M5S dice no alle modelle troppo magre: multe da 75mila euro per gli stilisti che trasgrediscono
Il Movimento 5 Stelle vuole annientare la piaga dell'impiego di modelle e modelli troppo magri nelle sfilate e nelle campagne pubblicitarie. La proposta di legge è composta da 4 articoli ed è stata depositata alla Camera dalle deputate pentastellate Azzurra Cancelleri e Marialucia Lorefice: chi assumerà modelle e modelli troppo magri rischia di incorrere in una multa da 75000 euro. 
A Torino c'è il bike sharing per disabili, ma a che serve se manca l'assistenza al trasporto?
Perché una bicicletta, per quanto rappresenti un bel pezzo di libertà, non si potrà mai portare ovunque (ad esempio dentro un bar, nella pausa caffè), al contrario del supporto di un assistente che, realmente, riesce a fornire l’autonomia giusta per rendere un cittadino con disabilità realmente libero.
Esecuzione immobiliare e rapporto con l'accessione e le pertinenze
Cassazione 28.6.2018 n. 17041 Il trasferimento all'esito dell'esecuzione immobiliare comprende oltre i beni espressamente indicati nel decreto di trasferimento ex 586 cpc anche quei beni ai quali gli effetti del pignoramento si estendono automaticamente, ai sensi dell'art. 2912 c.c., come accessori, pertinenze, frutti ed anche i miglioramenti o le addizioni, ancorché non espressamente menzionati nel predetto decreto
Perché il Decreto Salvini sull'immigrazione è un disastro e lascerà solo macerie
Stretta sui permessi umanitari, nuovi centri per i rimpatri, smantellamento dell'unico sistema di accoglienza che funziona e che non causa conflitti sui territori. Il risultato? Ghetti enormi per migranti in attesa di rimpatrio, con zero possibilità di integrazione e di una accoglienza dignitosa. Vi spieghiamo perché il decreto Salvini sui migranti rischia di produrre davvero quella "bomba sociale" su cui tanto la politica ha speculato in questi anni.
"Dimergolare": una parola da riscoprire
Ci sono certe azioni che facciamo tutti, quotidianamente, a cui non sappiamo dare un nome e che perciò notiamo a stento. Oggi ne vediamo una incredibile, una mossa delle mani che abbiamo sempre pronta, descritta da un verbo preciso, per quanto desueto, di antica ascendenza latina, di splendida suggestione rurale.
Salvini e i 49 milioni in 76 anni: provate a chiedere lo stesso trattamento alla vostra banca
Ma il punto sostanziale non è la questione economica della vicenda giudiziaria: ciò che dovrebbe indignare (e invece vedrete che anche questa volta passerà sotto silenzio da parte della maggioranza) è che un governo che si rivende (e il ministro dell'interno Salvini ne è il protagonista principale) come sceriffo senza pietà contro i furbi e i delinquenti proprio oggi non riesca a proferire parola su questo.