Crollo ponte Genova, Matteo Renzi: "Mai preso soldi da Autostrade. Revocare la concessione? Può proporlo solo chi non conosce le carte"
Matteo Renzi attacca il governo M5S-Lega in relazione all'ipotesi di revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia paventata da Di Maio dopo il crollo del ponte Morandi a Genova: "Dire: 'Revochiamo la concessione' fa aumentare i Like e fa esultare chi non conosce le carte. Ma governare è più complicato che scrivere post su Facebook: se revochi la concessione paradossalmente fai un regalo ad Autostrade. Perché devi pagare un sacco di soldi per revocare la concessione e perdi le opere pubbliche che servono e per le quali loro sono impegnati".
Un fiore di nome Rita
Forse di questi tempi in cui l'antimafia è diventata orpello o campo di scontro politico non ci renderemo conto subito di quanto la sua morte sia una perdita grave e quanto ci mancherà il suo sguardo sul presente. In fondo, se ci pensate, l'antimafia di Rita è sempre stata così lontana dall'esibizionismo degli uomini forti e dalla feroce sete di vendetta che ultimamente qualcuno può avere pensato di averla messa fuori gioco.
Crollo ponte Morandi a Genova: per Matteo Salvini è sempre colpa dell'Europa e degli immigrati
Di fronte a una tragedia italiana Matteo Salvini continua a prendersela con gli immigrati e con l'Europa, ballando di post in post alla ricerca di trenta denari. Il Ministro dell'Interno evita ogni ragionamento più lungo di un tweet e preferisce la fantastica invenzione di nemici immaginari da cui Lvi ci salverà.
Come la cultura militare sta trionfalmente entrando nelle scuole italiane
Da Lupetto Vittorio, la mascotte dell'Esercito per i più piccoli, alle linee di tiro nelle caserme aperte anche ai bambini, dai simulatori di software militari all'addestramento sportivo: oltre che nella realtà digitale, nel mondo accademico e nell'informazione, le Forze Armate sono entrate anche nelle scuole.
Quantificazione del danno per omessa visura del notaio
La Cassazione del 13.7.2018 n. 18525 ha affermato che l'inadempimento del notaio per le omesse visure (a cui segue l'esecuzione forzata del bene acquistato) ha certamente determinato un danno, ma se non si verifica la perdita del bene per l'interruzione dell'esecuzione forzata il danno non può automaticamente identificarsi con l'intero prezzo pagato per l'acquisto del bene pignorato, ma va riferito al danno concretamente subito a causa della perdita della disponibilità dell'immobile, sia in termini di utilizzo diretto, che si godimento indiretto del bene, sia riguardo alle spese sopportate a causa della procedura esecutiva
Chi subirà il taglio delle pensioni d'oro voluto da Lega e M5s
Il Governo conferma il taglio delle pensioni cosiddette d'oro, ovvero degli assegni superiori a 4mila euro netti al mese. La sforbiciata sarà di una quota fra il 10% e il 20% e servirà a recuperare 500 milioni di euro da assegnare ai beneficiari di pensioni minime. Proviamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta.
Paola Taverna sui vaccini: ma siamo sicuri che "similabile" non esista?
Sì. Siamo sicuri. Non è attestato. Però questo irriso errore della cittadina Paola Taverna ("similabile" per "assimilabile") pronunciato nella dignità della Camera è un errore interessante e piuttosto fertile, che ci permette qualche pensiero specifico e generale su com'è che si fanno certi errori di un certo genere, e su come evitarli.
Andrea, Katia e Leo: i ragazzi disabili che diventano "Apelibrai" per unire con la lettura
Alessandro Lana, ex libraio di professione, si è procurato un’Ape Piaggio furgonata e l'ha allestita con tanto di impianti di luce a led e solide scaffalature. “Proprio come le api voliamo di paese in paese per promuovere la cultura e l’inclusione”, ha spiegato la responsabile del progetto Debora Imeri.
Domeniche nei musei, la proposta di Tomaso Montanari: "Con 100 milioni cultura gratis per tutti"
Intervista allo storico dell'arte ed editorialista Tomaso Montanari, che sulla proposta di abolizione delle domeniche gratis nei musei dichiara: "Giusto fermarle, creava condizioni invivibili per visitatori, opere e lavoratori. ⁩Ora si lavori per un patrimonio culturale gratuito sempre, per tutti. Basterebbero 100 milioni l'anno."