• Hai nuove notifiche!
tot. contagiati 232.664
30 maggio 416
tot. guariti 155.663
30 maggio 2.819
tot. deceduti 33.340
30 maggio 111
L'oroscopo del giorno 30 maggio: nervi tesi per Sagittario e Pesci
L'oroscopo del giorno sabato 30 maggio vede la Luna nel segno della Vergine particolarmente attenta a filtrare le emozioni attraverso la ragione. Inoltre, proprio questa Luna va a dare fastidio alla quadratura, già di per sé fastidiosa, tra Marte e il Sole. Insomma una giornata con i nervi a fior di pelle... Ma solamente per alcuni segni. Scopriamo insieme quali!
George Floyd, l'uomo nero che fa ancora paura all'America
Sono così tanti, questi ragazzi che si agitano sotto il peso delle ginocchia dei tutori della legge, che in Paradiso dovranno fare un settore apposta per loro, vicino ai morti per epilessia, accanto ai caduti dalle scale, e dirimpetto a quelli ammazzati dal "sasso di un manifestante". Speriamo rimanga del posto, che il Paradiso in questo modo si sta riempiendo troppo, troppo velocemente.
Michele Lanzinger del MUSE di Trento: "Laboratori all'aperto per la riapertura del museo"
Intervista a Michele Lanzinger, direttore del MUSE - Museo delle Scienze di Trento, che riaprirà il prossimo 2 giugno. "Laboratori all'aperto per piccoli gruppi, maggiore partecipazione dei visitatori. Così apriremo ai visitatori in sicurezza". E sulle prospettive future: "Puntiamo a produrre contenuti didattici di qualità per le scuole".
Uccise due cuginetti col suv, Greco condannato a nove anni, i genitori: "Noi all'ergastolo"
Condanna a nove anni di reclusione per Rosario Greco, l’uomo che l’11 luglio dell’anno scorso uccise i due cuginetti Simone e Alessio D’Antonio di 12 anni, travolgendoli con il suo suv scagliato a folle velocità tra le stradine della città siciliana di Vittoria dove i due piccoli stavano giocando davanti all'uscio di casa. Una sentenza che ha deluso profondamente i genitori di Simone, Tony e Valentina e di Alessio Alessandro e Lucia e chiedono di rivedere il caso.
I giovani e la "folle movida": il capro espiatorio perfetto per coprire il vuoto della politica
Finita la caccia ai runner, un nuovo argomento distorsivo ha monopolizzato il dibattito pubblico nel primo week-end di riapertura: la movida selvaggia e incosciente dei giovani nelle grandi città italiane. Il nemico perfetto, insomma, per accompagnare una transizione confusa e piena di contraddizioni.