Una busta sospetta è stata recapitata al segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, nella sede del partito del Nazareno. All’interno della sede del partito sono ora in azione agenti della digos, artificieri e vigili del fuoco. La busta, secondo quanto riportato sulla base delle prime informazioni, conteneva della polvera sospetta ed è stata recapitata dal Regno Unito. In particolare, secondo quanto riportano alcune agenzie, la busta sarebbe proveniente da Leeds ed è stata intercettata oggi nella sede nazionale del Pd. Fonti della questura fanno sapere che nel pacco c'era eroina. L'involucro – senza mittente – è stato sequestrato insieme al suo contenuto.

Il pacco sospetto era indirizzato personalmente al segretario del Pd, Nicola Zingaretti, secondo quanto fanno sapere fonti dem. Una volta individuato il pacco sospetto sono subito entrati all’opera i vigili del fuoco e gli artificieri della polizia, per tutte le verifiche e i rilievi del caso. Prima che si scoprisse che la busta sospetta era indirizzata a Zingaretti, davanti all’ingresso della sede del Nazareno si trovavano due mezzi del vigili del fuoco di cui uno del nucleo speciale Ncbr. Poi, subito dopo, sono entrati al Nazareno due artificieri della polizia. Inoltre, a qualche decina di metri dall’ingresso sostavano un’ambulanza e l’auto del nucleo artificieri. Tutta l’area intorno all’ingresso è stata transennata ed è sorvegliata dai militari che si trovano, comunque, abitualmente davanti all’ingresso della sede del Pd.

La notizia è stata confermata anche dallo stesso Partito Democratico attraverso un post su Facebook: “Busta sospetta recapitata al segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, al Nazareno. In questo momento, nella sede del partito sono in azione agenti della digos, artificieri e vigili del fuoco. Secondo quanto si apprende, all'interno della busta, proveniente dal Regno Unito, era contenuta della polvere”.