Nessun omaggio all'Inter campione d'Italia da parte della Juventus prima dell'inizio del match che oppone le due squadre all'Allianz Stadium. Non c'è stato infatti il ‘pasillo' da parte dei giocatori bianconeri, ovvero il corridoio formato all'ingresso in campo per applaudire i vincitori della Serie A 2020-21. Chi si aspettava di vedere entrare gli uomini di Conte in mezzo a due file di juventini disposti per fare da passerella agli avversari dovrà accontentarsi di aver visto questa scena due turni fa contro la Sampdoria.

Del resto lo aveva fatto capire Andrea Pirlo alla vigilia, quando aveva rimandato al tweet di complimenti fatto dalla Juventus pochi istanti dopo la vittoria matematica dello Scudetto dell'Inter: per il mondo bianconero quel gesto basta ed avanza. Nè i tifosi juventini avevano nelle ultime ore contribuito – eufemismo – a spingere i giocatori della Vecchia Signora a replicare il gesto suggerito da Claudio Ranieri ai propri ragazzi sabato scorso.

Il match contro l'Inter peraltro è di importanza vitale per Ronaldo e compagni, che dopo la vittoria dell'Atalanta sul Genoa hanno pochi calcoli da fare se vogliono centrare la qualificazione alla Champions League: devono vincere sia oggi che all'ultimo turno contro il Bologna e sperare in un passo falso di uno tra Milan o Napoli.

Nessuna voglia di pensare ad altro, men che mano al ‘pasillo' per gli acerrimi avversari nerazzurri, guidati dai velenosi ex Conte e Marotta, che hanno interrotto il dominio bianconero degli ultimi 9 anni sul suolo italiano. Il cuore e la testa sono già rivolti al futuro, come spiega chiaramente il tweet di complimenti di Andrea Agnelli a Steven Zhang: "We'll be back…".