451 CONDIVISIONI
16 Novembre 2021
07:47

Come funzioneranno i trasporti: la stretta anti Covid in vigore da oggi

La nuova ordinanza anti Covid dei ministeri della Salute e delle Infrastrutture emanata ieri prevede novità per il trasporto locale e per i trasporti a lunga percorrenza.
A cura di Annalisa Cangemi
451 CONDIVISIONI

Ieri il ministero della Salute e quello delle Infrastrutture hanno emanato nuove misure anti Covid per affrontare la quarta ondata di Covid, valide per i trasporti, che entrano in vigore da oggi. La nuova ordinanza, firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza di concerto con il ministro dei Trasporti Enrico Giovannini, prevede controlli sul green pass nelle grandi stazioni prima di salire a bordo dei mezzi. Ci sarà poi lo stop al treno se un passeggero ha sintomi riconducibili al virus. Per quanto riguarda i taxi sarà possibile sedersi nei sedili posteriori massimo in 2, se non si è conviventi.

Controlli per il green pass prima di salire sui treni

Il green pass è obbligatorio nei trasporti a lunga percorrenza, treni e aerei. Una delle novità introdotte nell'ordinanza è l'obbligo di controllo della certificazione da parte del personale incaricato prima della salita a bordo. Fino ad ora il controllo avveniva durante il viaggio.

La previsione riguarda soprattutto le grandi stazioni, dove sono presenti i gate di accesso ai binari, come Milano Centraleo Roma Termini. Per quanto riguarda le altre stazioni, in assenza dei gate di accesso "il controllo può essere effettuato dal personale di bordo insieme al controllo del biglietto di viaggio", si legge nel testo dell'ordinanza. Nel caso in cui uno dei passeggeri a bordo manifesto i sintomi dell'infezione c'è la possibilità di fermare la vettura: "In caso di passeggeri che, a bordo treno, presentino sintomi riconducibili a Covid, la Polizia Ferroviaria e le Autorità sanitarie devono essere prontamente informate: all’esito della relativa valutazione sulle condizioni di salute del passeggero, a queste spetta la decisione in merito all’opportunità di fermare il treno per procedere ad un intervento o prevedere appositi spazi dedicati". A quel punto gli addetti dovranno sanificare il convoglio prima di ripartire.

Massimo 2 passeggeri per taxi

Il nuovo protocollo riguarda anche taxi e Ncc: "I sedili posteriori non devono essere occupati da più di due passeggeri se non sono componenti dello stesso nucleo familiare", si legge. All’interno dell’abitacolo potrà essere installata una barriera divisoria tra cliente e conducente.

Bus sanificati

Le nuove regole interessano anche il trasporto locale. È prevista la possibilità per i passeggeri di utilizzare anche la porta anteriore del mezzo, prevedendo però l'installazione di un divisorio protettivo dell'area di guida, e la ripresa graduale della vendita dei biglietti e delle attività di controllo a bordo, garantendo al personale la dotazione di mascherine chirurgiche o di livello superiore, cioè FFP2. Bisogna, si legge, garantire "distanziamenti di almeno un metro dai passeggeri" e "consentire la salita e la discesa dei passeggeri dalla porta centrale e dalla porta posteriore utilizzando idonei tempi di attesa al fine di evitare contatto tra chi scende e chi sale". L'azienda deve inoltre provvedere all'igienizzazione e alla sanificazione dei mezzi almeno una volta al giorno.

Sulle navi distanziamento di almeno un metro e mascherine

Nel settore marittimo e portuale p necessario evitare quanto più possibile i contatti tra il personale di terra e il personale di bordo e comunque è sempre raccomandata la distanza interpersonale di almeno un metro. Per il personale e per i passeggeri è previsto l'obbligo della mascherina. Nel settore del trasporto merci il protocollo aggiornato conferma che, se sprovvisti di mascherine gli autisti devono rimanere a bordo, mentre se scendono ed entrano in contatto con altri operatori dovranno indossare ill dispositivo di protezione.
Le attività di carico/scarico delle merci devono avvenire in condizioni di sicurezza, con modalità che non prevedano contatti diretti tra operatori e autisti. È inoltre raccomandato l'utilizzo di modalità di pagamento online o no contact.

451 CONDIVISIONI
Bollettino Covid, oggi in Italia 9.894 contagi e 42 morti per Coronavirus: i dati di lunedì 15 agosto
Bollettino Covid, oggi in Italia 9.894 contagi e 42 morti per Coronavirus: i dati di lunedì 15 agosto
Bollettino Covid, oggi in Italia 68.179 contagi e 116 morti per Coronavirus: i dati di sabato 23 luglio
Bollettino Covid, oggi in Italia 68.179 contagi e 116 morti per Coronavirus: i dati di sabato 23 luglio
Bollettino Covid, oggi in Italia 26.662 contagi e 74 morti per Coronavirus: i dati di domenica 7 agosto
Bollettino Covid, oggi in Italia 26.662 contagi e 74 morti per Coronavirus: i dati di domenica 7 agosto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni