1.044 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Maggio 2022
11:33

Mascherine al lavoro: per il privato sono obbligatorie, per il pubblico solo raccomandate

Bisogna indossare obbligatoriamente la mascherina sul posto di lavoro? Dipende se si tratta di pubblico o privato. Dal primo maggio le regole viaggiano su due binari differenti.
A cura di Tommaso Coluzzi
1.044 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Le mascherine restano obbligatorie sul lavoro, ma non per tutti. Nei giorni scorsi, infatti, il governo ha deciso di lasciare fuori il lavoro dalla proroga della regola, arrivata con un'ordinanza ponte del ministro Speranza e un emendamento all'ultimo decreto Covid. Come sappiamo le mascherine saranno ancora obbligatorie fino al 15 giugno per una serie di attività: trasporti – locali e a lunga percorrenza – ma anche cinema, teatri e sale da concerto, palazzetti dello sport al chiuso. Obbligo confermato anche a scuola fino alla fine dell'anno. Sul lavoro, invece, si seguiranno due diversi binari tra pubblico e privato, come previsto dalle decisioni successive all'approvazione dell'emendamento.

La scorsa settimana è arrivata la circolare del ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, che sostanzialmente raccomanda di indossare la mascherina sul posto di lavoro ai dipendenti pubblici. Soprattutto per chi lavora a contatto con il pubblico o quando ci si trova in ambienti in cui non è garantito il distanziamento. Nessun obbligo però. Perciò dal primo maggio la regola è ufficialmente decaduta.

Nel privato, invece, è stata presa un'altra decisione: ieri c'è stato l'incontro tra i ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo Economico, l'Inail e le parti sociali. Si è deciso di confermare il protocollo di sicurezza Covid di un anno fa, che prevede l'obbligo di indossare le mascherine al chiuso e all'aperto sul posto di lavoro. La proroga è stata fortemente voluta dai sindacati e dalle aziende, che hanno sottolineato come la pandemia di Covid non sia finita e il contagio sul posto di lavoro rappresenti ancora un rischio.

Con le parti sociali ci si aggiornerà a giugno, non è ancora chiaro quando. È probabile che si vada avanti con il protocollo Covid – e quindi con l'obbligo delle mascherine e non solo – almeno fino al 15 giugno, quando scadono le ultime restrizioni per contrastare la pandemia. Poi ci si siederà di nuovo al tavolo, per decidere se – anche nei posti di lavoro privati – si potrà tornare alla normalità.

1.044 CONDIVISIONI
31361 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni