1.024 CONDIVISIONI
29 Dicembre 2021
12:32

Mbappé scoppia a ridere durante l’intervista, è sprezzante: “No, lì non ci giocherò mai”

Ancora una volta Kylian Mbappé è stato stuzzicato sul suo futuro che già dalla prossima estate potrebbe essere lontano dal Psg. Il francese ha già escluso una destinazione.
A cura di Marco Beltrami
1.024 CONDIVISIONI

Il futuro di Kylian Mbappé è un'incognita che già da tempo sta infiammando il mercato. Se il Paris Saint-Germain spera ancora nel rinnovo dell'attaccante, con i compagni in pressing (gli hanno regalato una maglia con la scritta Mbappé 250) il Real Madrid è pronto a scatenare una nuova offensiva considerando che il suo contratto è in scadenza nel 2022. Dal canto suo il classe 1998 non ha mai fatto mistero del suo essere molto intrigato dalla prospettiva di un approdo nelle merengues, dopo essersi tolto anche il lusso di condividere lo spogliatoio sotto la Tour Eiffel con Leo Messi. E se in questo scenario s'inserisse un altro top club? Il mercato, come spesso accade è imprevedibile, ma Mbappé ha già cancellato dalla lista una delle possibili pretendenti.

Dalla scorsa estate e fino a quando il nodo non sarà sciolto, sicuramente Kylian Mbappé dovrà fare i conti con il tormentone legato al suo futuro. Già in questa prima fase della stagione, ogni intervista è stata l'occasione giusta per provare a sondare il terreno e capire qualcosa su quello che succederà in caso di addio al Parco dei Principi. È quello che accaduto per esempio in occasione della cerimonia del Pallone d'Oro 2021, quando il bomber ha dovuto fare i conti con un interlocutore d'eccezione, ovvero Tom Holland, attore che sta interpretando con successo il ruolo di Spider Man e che con l'ultimo capitolo No Way Home sta collezionando soddisfazioni a ripetizione al botteghino.

L'attore britannico, londinese doc, aveva provato a svestire la tuta dell'uomo ragno per indossare i panni dell'uomo mercato sponsorizzando un trasferimento di Mbappé al Tottenham. Un intervento che ha spiazzato il calciatore che tra una risata e l'altra ha risposto: "No, impossibile. È impossibile!". D'altronde gli Spurs hanno progetti ambiziosi, come confermato anche dalla scelta di puntare su Antonio Conte, assicurandogli innesti importanti per rinforzare la rosa, come confermato anche dai sondaggi per Dusan Vlahovic.

La possibilità di vedere Mbappé in futuro con la maglia del Tottenham dunque sembra essere un sogno. D'altronde il diretto interessato è stato costretto dopo quel siparietto a tornare sull'argomento, in occasione di un'altra cerimonia quella legata alla premiazione per i Global Soccer Awards a Dubai. Questa volta la punta del PSG ha parlato davanti alle telecamere della CNN e oltre a ribadire il suo no al Mondiale biennale, ha spiegato la sua posizione in maniera più dettagliata, dimostrandosi ancor più perentorio nei confronti del Tottenham. Ancora risate per Kylian, spiazzato dalla domanda, e incapace di trattenere ancora le risate con un eccesso di schiettezza che lo ha fatto apparire sprezzante: "È vero, Tom me l'ha chiesto, ma no. Non credo che giocherò per il Tottenham nella mia vita.

Grande rispetto nei confronti della società londinese e anche del suo allenatore Antonio Conte, che ha già conquistato tutti in casa Spurs, ma per lui non c'è niente da fare: "Ho amici che giocano lì, Tanguy Ndombele e Hugo Lloris. Guardo molte partite in Premier League e anche nel Tottenham e sono sicuro che faranno qualcosa di buono con Conte perché è un grande allenatore. Ma anche se nel mercato mai dire mai, non credo che ci giocherò mai". Le chance già minime del Tottenham ora sono ridotte a zero.

1.024 CONDIVISIONI
L'adolescenza di Evra è stato un inferno: "Mangiavo cibo dalla spazzatura e vendevo droga"
L'adolescenza di Evra è stato un inferno: "Mangiavo cibo dalla spazzatura e vendevo droga"
"Sono fatto in questo momento", Kevin Durant sorprende David Letterman in un'intervista per Netflix
"Sono fatto in questo momento", Kevin Durant sorprende David Letterman in un'intervista per Netflix
"Non possiamo rimandarla a domani?", Nikola Jokic ubriaco durante l'intervista per il premio di MVP
"Non possiamo rimandarla a domani?", Nikola Jokic ubriaco durante l'intervista per il premio di MVP
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni