La legge sui dispositivi anti-abbandono nelle auto sarà presto operativa. Ad annunciarlo, dopo la tragedia del bimbo morto a Catania dopo essere stato lasciato in auto dal padre, è il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli. “Il Consiglio di Stato – spiega De Micheli – si esprimerà questa settimana. Immediatamente dopo il parere il testo verrà pubblicato e quindi sarà operativo. Non ci sono impedimenti in questo momento che ci facciano immaginare che nei prossimi giorni o settimane la norma non sarà operativa”. Il ministro dei Trasporti spiega ancora: “L'Europa ha dato il via libera al testo del decreto attuativo della norma approvata dal Parlamento. Quel testo è stato trasmesso dal ministero delle Infrastrutture all'inizio di agosto al Consiglio di Stato che si esprimerà questa settimana”.

De Micheli ripercorre le problematiche che hanno riguardato il decreto attuativo della legge per i seggiolini anti-abbandono: “C’era stata una discussione alcuni mesi fa su alcune questioni di applicazione tecnica di quella norma, ma sono già state superate da molti mesi”. Sulla questione oggi è intervenuta anche la vicepresidente vicaria dei deputati del Pd, Alessia Rotta: “La terribile vicenda del piccolo dimenticato in auto dal padre a Catania impone un'accelerazione rispetto alla norma che obbliga l'uso di seggiolini salva-bebè”.

A proporre la legge sui dispostivi anti-abbandono era stata anche Fratelli d’Italia. Oggi la sua presidente, Giorgia Meloni, ne ha parlato durante un’intervista a Rtl 102.5: “Più di un anno fa è stata approvata una legge all'unanimità che impone di dotarsi di dispositivi anti-abbandono, perché la tecnologia c'è. La legge è stata approvata ma il ministero non ha mai fatto il decreto attuativo, perché ovviamente abbiamo chiesto degli incentivi per non caricar gli obblighi sulle famiglie, non ci hanno messo un euro perché hanno altre priorità, il decreto non è mai stato fatto e quindi la legge non è mai entrata in vigore”. Per questo Meloni si era rivolta a De Micheli chiedendo di sbloccare il decreto: ora il ministro dei Trasporti sembra rassicurare la leader di Fdi.