Un terremoto di magnitudo 5,4 sulla scala Richter ha investito Manisa, provincia occidentale della Turchia, causando il crollo di alcune strutture abbandonate. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale Anadolu, oltre all'ente Turkey’s Disaster and Emergency Management Presidency. Il primo terremoto (registrato alle 22.22 ora locale, le 20.22 in Italia) è stato seguito da una scossa di assestamento di magnitudo 4.1.

Non ci sono vittime o feriti

Le autorità hanno dichiarato che non vi sono state notizie immediate di vittime. Il terremoto, avvenuto a una profondità di circa 7 chilometri, è stato avvertito anche Smirne, Aydın e Denizli, nonché a Yalova e Bursa, secondo quanto riportato dall'emittente privata NTV. Tantissime le persone scese in strada dopo la prima scossa. Il governatore Deniz ha dichiarato: "Secondo le informazioni ottenute finora, ci sono diverse case distrutte nel distretto di Çeltikçi, ma non ci sono feriti".

I terremoti in Turchia

Secondo il ministero dell’Ambiente e dell’Urbanistica di Ankara, ogni anno la Turchia è colpita in media da 23 mila terremoti, mentre circa 59 milioni di cittadini turchi vivono in aree a rischio sismico. Nell’ultimo secolo il Paese è stato colpito da 56 terremoti di intensa magnitudo, che hanno provocato oltre 80 mila vittime.