Il 2021 si è aperto con una tragedia ad Asti, in Piemonte, dove un tredicenne ha perso la vita poco dopo la mezzanotte al campo rom di via Guerra, probabilmente colpito da un petardo che l'ha gravemente ferito all'addome. Soccorso tempestivamente e trasportato all'ospedale, è arrivato al pronto soccorso già in arresto cardiaco e per lui non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per accertare la dinamica dell'incidente e verificare se vi siano state delle responsabilità. I parenti dell'adolescente, disperati, si sono recati al Pronto soccorso cercando di vedere il ragazzino e dopo aver appreso che per lui non c'era stato niente da fare, per la rabbia hanno danneggiato alcune strutture, rotto la porta scorrevole, spostato un blocco di cemento lungo la strada, danneggiato il parcheggio e le tende allestite dall'esercito.

Botti di capodanno: feriti a Napoli, Roma e Ragusa

Poche ore prima all'altro capo dell'Italia un incidente simile, ma fortunatamente con un esito diverso, ha visto protagonista un altro giovane. A Vittoria, in provincia di Ragusa, un ragazzino è rimasto ferito da un petardo esploso nell'automobile in cui viaggiava. Il giovane era in compagnia di un amico e stava lanciando petardi dalla vettura che attraversava il centro della cittadina. Giunti all'incrocio tra via Ruggero Settimo e via Cavour, improvvisamente uno dei botti è esploso prima di essere lanciato dal finestrino. Questo ha innescato una serie di pericolosissime esplosioni concatenate degli altri fuochi d'artificio e petardi che si trovavano a bordo del veicolo e che dovevano ancora essere gettati in strada. Fortunatamente il ragazzino non ha riportato gravi ferite.

A Napoli otto persone sono persone sono rimaste ferite, nessuna delle quali gravemente: il caso più grave riguarda una donna che è rimasta ferita da un proiettile vagante, ma le cui condizioni sono buone. A Roma diversi balconi sono andati in fiamme nella notte a Roma a causa dei fuochi d’artificio sparati per salutare il nuovo anno. Segnalazioni sono arrivate da molti quartieri della Capitale e un proprietario di casa ha addirittura provato a spegnere uno di questi incendi, senza alcun successo.