Roberto Saviano lancia la sua provocazione in un post su Facebook: annuncia la sua candidatura a premier con il Movimento5 Stelle. Ecco il testo del post sul profilo del giornalista: "Questa mattina mi sono svegliato con il desiderio di omaggiare Marco Pannella. Nel 2007 si candidò alle primarie del PD ma fu escluso perché non soddisfaceva i requisiti richiesti dal neonato Partito democratico.
Ebbene, approfitto di questa sede per ufficializzare la mia candidatura a premier per il M5S. Lo faccio anche per trarre il MoVimento dall'impaccio di una situazione patetica per non dire bulgara. Per spezzare una lancia in mio favore, ammetto di non essere iscritto al MoVimento, ma condivido con Luigi Di Maio lo status di indagato per diffamazione (incidenti del mestiere). Votatemi!" 

La trovata è una critica aperta al Movimento, alla situazione di stallo che si è creata. Le votazioni interne al movimento, che avrebbero dovuto incoronare il candidato premier dei 5Stelle si sono trasformate in una farsa: fino a oggi pomeriggio non c'erano sfidanti per il vicepresidente della Camera. Il termine per presentarsi per le primarie online per correre per la presidenza del Consiglio è scaduta stamattina alle 12. L'unico "big" rimasto, è proprio lui, Di Maio, dopo che hanno rinunciato alla corsa per le elezioni nazionali Di Battista e Fico.

"Le ragioni le spiegherò nel mio intervento a Rimini, al congressodel M5S" – ha detto Alessandro Di Battista – "E anche Roberto Fico ha deciso di non correre". Ma Di Maio non sarebbe stato tra i papabili, proprio perché indagato, come ha ricordato Saviano nel suo post, e secondo il regolamento grillino ci si aspettava un suo passo indietro. Anche per questo un giornale straniero come il Financial Times è intervenuto sulla questione, tacciando i capi pentastellati di scarsa trasparenza.

Di Maio invece corre da solo. Il diretto interessato interviene alla fine di un incontro a Catania: "Io della questione della candidatura a premier ne parlo solo a Italia 5 Stelle, per ora sono impegnato in Sicilia per sostenere Giancarlo Cancelleri a governatore. Dobbiamo vincere in questa Regione e come primo atto dobbiamo tagliare vitalizi e stipendi. Di tutto il resto parlerò sabato a Italia 5 Stelle. Parleremo tutti lì".