"Ciao Fausto che cazzo di scherzo fai te ne vai senza salutare….. questa me la paghi …. salutami il sic". È il messaggio convidiso sul profilo Facebook di Nadia Padovani, la moglie di Fausto Gresini morto a 60 anni a causa del Covid. È Paolo Vezzani a taggare la donna, lo fa stringendosi in un forte abbraccio e arriva poco dopo la notizia ufficiale del decesso affidata a un comunicato del Team e condivisa dal figlio, Lorenzo, che ha raccontato l'evoluzione delle condizioni di suo padre nei due mesi di malattia trascorsi in ospedale a Bologna. A Imola il primo ricovero a fine dicembre poi il trasferimento nel reparto di Terapia Intensiva al ‘Maggiore': è lì che l'ex campione della MotoGp ha trascorso gli ultimi mesi di vita.

Sessanta giorni circa a combattere contro quel nemico invisibile che lo aveva aggredito, costretto al letto, alla sedazione, fino alla resa nonostante timidi segnali di ripresa che pure avevano alimentato fiducia. "Che cazzo di scherzo fai… te ne vai senza salutare", è l'incipit agrodolce di una frase durissima che raccoglie tutto il dolore del suo mondo, dal Team alla famiglia, a quanti gli volevano bene.

La foto della famiglia dedicata a Fausto Gresini in occasione del 60° compleanno
in foto: La foto della famiglia dedicata a Fausto Gresini in occasione del 60° compleanno

Marito e campione, l'ultima foto commovente

Il 23 gennaio scorso Gresini aveva raggiunto il 60° compleanno. La foto e la frase che Lorenzo utilizzò a corredo del post condiviso sui social network rende bene l'idea dell'affetto e del forte legame della famiglia. In quell'immagine ci sono tutti i suoi cari. Gli altri tre figli (Luca, Alice, Agnese) sono accanto alla mamma che tiene una mano poggiata sulla spalla destra del marito. Felice e sorridente, appassionato di motori, mai domo è il miglior modo per ricordarlo.

Oggi è un giorno speciale – scrisse il 23 gennaio scorso Lorenzo – è il compleanno del nostro papà, marito e campione, quest'anno non lo passeremo insieme come gli altri anni, siamo con te, sempre, sappiamo quanto siano difficili questi giorni, ma anche quanto sia grande la forza che hai dentro e quanta te ne diamo noi per affrontare tutto… sei uno che non molla mai!! Ti aspettiamo a braccia aperte.