L'Aprilia Racing Team ha svelato le moto con cui Aleix Espargarò e Lorenzo Savadori correranno nel Mondiale 2021 della MotoGP. La Casa di Noale ha dunque presentato ufficialmente la nuova RS-GP 21 e i due piloti ufficiali, gli stessi che hanno concluso la passata stagione. Si è trattato però di una presentazione dal sapore agrodolce, e data la recentissima scomparsa di Fausto Gresini, fondatore del team Gresini con cui Aprilia si appresta a cominciare l'ultimo anno di collaborazione (poi la Gresini Racing diventerà una squadra indipendente), non poteva essere altrimenti.

Durante la presentazione infatti più volte il pensiero è andato al 60enne imolese morto lo scorso 23 febbraio dopo aver lottato per oltre 60 giorni con il Covid-19 ricordato più volte nel corso della presentazione della nuova livrea 2021. Innanzitutto sulle ali della RS-GP 21 era presente la scritta "Fausto" accompagnata da un cuore e sul cupolino ben visibile c'era un adesivo con il nome di Gresini. Ma non solo. Anche i protagonisti di questo evento difatti hanno voluto ricordare il due volte campione del mondo della 125 cc nelle loro parole. Lo ha fatto il pilota cesenate Lorenzo Savadori parlando degli obiettivi stagionali: "Il primo obiettivo è fare il massimo nel ricordo di Fausto" ha detto infatti il 27enne che già dagli ultimi 3 gp della passata stagione ha preso il posto di Bradley Smith nel team Aprilia MotoGP.

Lo stesso ha fatto anche il direttore tecnico di Aprilia Racing Romano Albesiano parlando delle caratteristiche della RS-GP 21 con cui Espargarò e Savadori scenderanno in pista a breve nei test in Qatar: "Tutto sembra andare nel verso giusto. Sono sicuro che Fausto sarebbe soddisfatto delle moto con cui correremo quest'anno – ha detto infatti il technical director della squadra della Casa di Noale –. Abbiamo lavorato molto sulla parte aerodinamica. La moto prende la base da quella della scorsa stagione, ma ci sono dei piccoli cambiamenti per il nuovo campionato". E infine anche il CEO di Aprilia, Massimo Rivola, ha rivolto un pensiero all'amico da poco scomparso: "Fausto era con noi sin dall'inizio. Il nostro desiderio è renderlo orgoglioso di ciò che faremo".