L'autodromo di Imola era casa sua. Lì c'è tutta la vita di Fausto Gresini ed è in quel luogo così caro che sono stati celebrati i funerali dell'ex campione della MotoGp, manager del Team, morto a 60 anni per le complicanze sopraggiunte a causa del Covid. Dal 29 dicembre – quando avvenne il primo ricovero – fino al 23 febbraio – giorno della morte – è successo tutto così in fretta. E durante le esequie quasi stenti a credere che lui non ci sia più. Che le sue spoglie siano chiuse lì dentro. Lui che era abituato a lottare come un leone. Lui che, nonostante la malattia lo abbia tenuto lontano dal suo mondo, ha sempre chiesto che nulla andasse perduto della sua esperienza. Lo senti vicino, come se non fosse mai andato via. Quasi ne ascolti la voce oppure ti sembra di distinguerne la sagoma mentre ascolta, assorto, il rombo del motore.

Impossibile partecipare alla cerimonia funebre per le restrizioni dovute al Covid. Ecco perché il rito è stato trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del team Gresini Racing. In prima fila c'erano la moglie Nadia, i 4 figli (Agnese, Alice, Lorenzo, Luca) e una cerchia ristretta di persone care. Non era possibile fare diversamente ma la community dei motori e dello sport è riuscita a stringersi lo stesso in un abbraccio.

La lettera della moglie: Ci mancherai, so che ci darai forza

Toccante la lettera della consorte di Gresini, Nadia Padovani, letta durante le esequie. È stato l'ultimo saluto al marito, al campione, allo sportivo, al padre che ha "insegnato molto a me e ai nostri figli".

Ciao amore, hai vissuto gli ultimi 2 mesi in un inferno: ma tu non hai mai mollato, hai lottato con tutte le tue forze perché sei sempre stato un guerriero. Hai lottato per tornare da noi, la tua forza. Hai dato tanto a questo mondo, e soprattutto hai insegnato molto a me e ai nostri figli. Il tuo amore ci accompagnerà tutta la vita. Ripartiremo dai tuoi progetti, li porteremo avanti e cercheremo di non deluderti. Ti amiamo e ci mancherai, ma so che ci darai la forza. Noi restiamo in pista e dimostreremo al mondo chi è la Gresini Racing.