12 Ottobre 2021
13:57

Il discorso motivazionale di Pogba alla Francia: “Possiamo tenere palla e fargli male”

Dopo l’incoraggiamento rivolto alla squadra prima di ribaltare il doppio svantaggio contro il Belgio in semifinale, Pogba ha concesso il bis anche nello spogliatoio di San Siro. A fine primo tempo la finale di Nations League con la Spagna era ancora inchiodata sullo 0-0 e il centrocampista francese ha arringato i compagni come un capitano. Gli effetti di questa determinazione si sono visti in campo.
A cura di Andrea Lucia

Il centrocampista fresco vincitore della Nations League con la Francia non indossa la fascia di capitano in nazionale ma i suoi comportamenti sono quelli di un leader. Dopo il discorso alla squadra fatto durante l'intervallo della semifinale contro il Belgio, che in quel momento stava vincendo 2-0, Paul Pogba si è ripetuto anche in finale. E gli effetti in campo si sono visti eccome. La stessa determinazione che ha dimostrato con le parole e i gesti nello spogliatoio si è poi trasferita sul terreno di gioco ed è stata una delle chiavi del successo transalpino.

I media inglesi hanno svelato il contenuto delle parole che il giocatore del Manchester United ha rivolto ai suoi compagni dopo il primo tempo contro la Spagna terminato a reti bianche: "Dobbiamo essere aggressivi. Si parte dal basso e arriviamo fino alla porta avversaria. Recuperiamo la palla e attacchiamo. E sì, correremo molto perché hanno giocatori di qualità, ma anche noi ne abbiamo. Possiamo tenere la palla e fargli male. Nel secondo tempo dobbiamo essere aggressivi".

Nel video che circola sui social si vede l'allenatore della Francia Didier Deschamps camminare nervosamente nello spogliatoio di San Siro prima di essere interrotto da Pogba. Il 28enne è seduto accanto a Griezmann e Veretout ma è come se stesse parlando su un piedistallo per attirare l'attenzione della squadra e invitarla alla concentrazione. Non si è trattato di un discorso epico nè tantomeno da film motivazionale ma solo la rappresentazione di un calciatore con un carisma da vendere.

Non è la prima volta che Pogba prende la parola e carica la squadra in vista del secondo tempo. Era successo anche dopo la prima frazione della semifinale di Nations League contro il Belgio. I blues stavano perdendo 2-0 e alla fine riuscirono a ribaltare tutto nella ripresa. "Cosa ci siamo detti all'intervallo? Lo vedrete sicuramente nei video. Spero che vengano pubblicati dopo la vittoria in finale", aveva detto Pogba al termine della partita. E così è stato. Queste le sue parole: "Ragazzi, siamo la Francia! Se dobbiamo morire, lo faremo tutti insieme".

Per non parlare delle sue performance comunicative negli ultimi Mondiali in Russia nel 2018. In quel caso si ricordano due discorsi che Pogba fece alla squadra per condurla alla vittoria del titolo iridato. Il primo a pochi minuti dall'inizio dell'ottavo di finale contro l'Argentina di Messi e il secondo nell'intervallo della finale contro la Croazia. Entrambe le volte l'emozione lasciava spazio alla maturità e all'esperienza di un giocatore che ha definitivamente fatto il salto di qualità tanto atteso, in campo e fuori.

Pogba contro Pavard davanti a tutti: la Francia ribolle ancora, riaffiorano vecchie ruggini
Pogba contro Pavard davanti a tutti: la Francia ribolle ancora, riaffiorano vecchie ruggini
Felipe Anderson chiude la polemica sul gol all'Inter: "A testa alta, abbiamo fatto la cosa giusta"
Felipe Anderson chiude la polemica sul gol all'Inter: "A testa alta, abbiamo fatto la cosa giusta"
Storie tese tra Neymar e Yerry Mina: Colombia-Brasile diventa un regolamento di conti (con bacio)
Storie tese tra Neymar e Yerry Mina: Colombia-Brasile diventa un regolamento di conti (con bacio)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni