Si accendono gli animi tra l'Atalanta e Zdenek Zeman. Nei giorni scorsi l'allenatore boemo aveva fatto discutere per la sue dichiarazioni in merito all'eccellente stato di forma dei giocatori di Gian Piero Gasperini e proprio in merito alle sue parole è intervenuto il direttore generale della Dea, Umberto Marino, che ha risposto in maniera piuttosto netta prima della sfida con l’Udinese di ieri ai microfoni di Sky Sport:

È molto triste sentire parole del genere e che ci siano persone che speculino sul dramma che ha vissuto Bergamo per farsi della pubblicità. Credo che un ex allenatore come Zeman abbia tutte le possibilità per documentarsi e vedere, sono i numeri che lo dicono, come la Lazio, oltre ad aver giocato una buona partita, ha corso più chilometri dell’Atalanta. Voglio evitare qualsiasi altro commento, credo solo che debba chiedere scusa. Non tanto all’Atalanta, ma alla città di Bergamo.

È fin troppo evidente come le parole di Zeman non siano per niente piaciute all'ambiente bergamasco e così il direttore generale dell'Atalanta ha voluto mettere le cose in chiaro senza toni urlati o fuori le righe, ma parlando di dati e di numeri a disposizione di tutti.

La Dea non si ferma più: Udinese ko, Champions vicina

Ieri la squadra orobica è riuscita vincere in trasferta a Udine per 3 a 2 ma rispetto ai finali delle precedenti partiti ha avuto qualche difficoltà in più e, probabilmente, lo sforzo per la rimonta con la Lazio si è fatto sentire: due perle di Muriel e un gol di pregevole fattura hanno permesso ai nerazzurri di Bergamo di continuare la loro marcia al quarto posto in classifica, che significherebbe giocare di nuovo la Champions League il prossimo anno. Intanto giovedì al Gewiss Stadium arriva il Napoli di Rino Gattuso e sarà una sfida molto interessante perché si troveranno di fronte due delle squadre che in questa ripresa hanno dimostrato di stare meglio, sia dal punto di vista fisico che psicologico.