21 Gennaio 2022
22:50

Ansu Fati sta vivendo un incubo: l’infortunio è grave, il calvario continua

Il Barcellona in un comunicato ufficiale ha fatto il punto sulle condizioni di Ansu Fati, che potrebbe nuovamente finire sotto i ferri. Sicuramente salterà il Napoli.
A cura di Marco Beltrami

Ad Ansu Fati è caduto il mondo addosso. Impossibile trattenere le lacrime quando nel match del Barcellona in casa dell'Athletic Bilbao è stato costretto ad uscire per l'ennesimo infortunio. Una vera e propria maledizione per un ragazzo che in questa stagione, proprio per i continui problemi fisici, ha giocato pochissimo. Proprio lui, che in questa annata avrebbe dovuto raccogliere la non semplice eredità di Leo Messi, dal quale ha preso con grande responsabilità anche la casacca numero 10. Finora però le occasioni per rendersi decisivo e provare a far rimpiangere il meno possibile il campione argentino sono state pochissime.

E il rischio di un nuovo lungo stop è dietro l'angolo alla luce di quanto accaduto al San Mames. Dopo aver conteso un pallone ad un giocatore avversario, l'attaccante si è fermato per un problema di natura muscolare. Inevitabile la sostituzione e la consapevolezza di un infortunio serio. A meno di ventiquattrore da quanto accaduto in terra basca, il Barcellona ha fatto chiarezza sulle sue condizioni: "I test condotti questo pomeriggio confermano che il giocatore della prima squadra Ansu Fati ha un infortunio al tendine prossimale del bicipite femorale della coscia sinistra. Nei prossimi giorni si deciderà quale trattamento seguire".

Il club, stando alle indiscrezioni provenienti dalla Spagna, ha già informato il giocatore e la sua famiglia. Nei prossimi giorni ci sarà la decisione, e la prospettiva di un'operazione è tutt'altro che campata in aria. Sarà fondamentale comunque non far passare troppo tempo. Quanto potrebbe restare fermo dunque Ansu Fati? Tutto dipenderà dal trattamento, anche se il timore che si vada incontro ad un altro lungo stop, nella peggiore delle ipotesi anche di tre mesi. Quello che al momento sembra scontato, è che il numero 10 sarà assente nel doppio confronto di Europa League contro il Napoli il 17 e il 24 febbraio.

Se finisse sotto i ferri si tratterebbe del quarto intervento chirurgico. Un aspetto che conferma la sfortuna e anche la fragilità fisica di un ragazzo giovanissimo. Tutto è iniziato con i problemi al ginocchio, lacerazione del menisco e più di 300 giorni di stop, un infortunio grave alla coscia e ora di nuovo il ritorno. In mezzo tantissimi piccoli problemi che gli hanno impedito di far ritrovare lo smalto dei tempi migliori, e di trovare continuità. Ora una nuova mazzata, per lui e per il Barcellona.

Barcellona svergognato in mondovisione da una poltrona devastata: il Camp Nou cade a pezzi
Barcellona svergognato in mondovisione da una poltrona devastata: il Camp Nou cade a pezzi
"C'è una bomba dentro casa tua", Harry Maguire sta vivendo un incubo
"C'è una bomba dentro casa tua", Harry Maguire sta vivendo un incubo
Spinazzola in campo dopo 10 mesi, rivive l'incubo: "L'infortunio mi ha mangiato lentamente"
Spinazzola in campo dopo 10 mesi, rivive l'incubo: "L'infortunio mi ha mangiato lentamente"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni