Premi Oscar 2022
23 Febbraio 2022
11:41

Oscar 2022, tagliati 8 premi dalla diretta: i ringraziamenti registrati via Zoom

L’Academy taglia la premiazione in diretta per 8 premi, una valutazione fatta per migliorare lo spettacolo per la televisione. Un anno fa, infatti, è stata la peggiore cerimonia della storia in relazione agli ascolti tv.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Premi Oscar 2022

Tutto cambia, anche gli Oscar. L'Academy ha deciso che quest'anno diversi premi, anche importanti, non saranno assegnati e trasmessi in onda nel tentativo di preservare lo show nel modo più adatto e snello per il formato televisivo. Così, saranno otto le categorie a ricevere il premio ‘fuori onda' e annunciati semplicemente nella diretta televisiva, senza cerimonia e senza il consueto ‘acceptance speech' in diretta (sarà registrato). Una scelta dettata dall'esigenza di ridurre i tempi viste le 23 categorie e le critiche ricevute nel passato per i tempi sempre troppo lunghi. La cerimonia degli Oscar 2022 si terrà nella notte tra il 27 e il 28 marzo, tra i film in gara anche quello di Paolo Sorrentino, "È stata la mano di Dio", candidato come miglior film straniero.

Quali Oscar verranno assegnati ‘fuori onda': ecco le categorie

Gli Oscar 2022 che verranno assegnati fuori onda e prima dell'inizio della cerimonia sono: miglior cortometraggio documentario, miglior montaggio, miglior trucco e acconciatura, colonna sonora originale, miglior scenografia, miglior cortometraggio animato, miglior cortometraggio live action e miglior sonoro. Le clip dei ringraziamenti – registrate via Zoom – saranno montate e proposte nel corso della diretta.

Perché gli Oscar saranno tagliati: questione di ascolti tv

La decisione di tagliare 8 premi dalla 94esima edizione degli Oscar è ovviamente una valutazione fatta in relazione agli ascolti tv. La cerimonia dell'anno scorso, trasmessa sempre in diretta dalla Abc, è stata la meno seguita nella storia degli Oscar: 9.23 milioni di spettatori contro i 18.69 milioni di spettatori degli Oscar 2020. Un calo clamoroso del 51%. David Rubin, presidente dell'Academy, ha precisato: “Dopo aver ascoltato attentamente i feedback e i suggerimenti della nostra comunità cinematografica, del nostro partner di rete e di tutti coloro che amano gli Oscar, era evidente che dovevamo prendere alcune decisioni sulla trasmissione che fossero nel migliore interesse per il futuro del nostro spettacolo e la nostra organizzazione”. Questo nuovo assetto migliorerà la scaletta e consentirà di avere più tempo per numeri musicali e momenti di alleggerimento.

77 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni