16 Settembre 2022
11:56

Lo strano silenzio di Djokovic su Federer dura 24 ore: “Ci hai fatto capire cos’è l’eccellenza”

Dopo l’annuncio del ritiro di Roger Federer sui social sono piovuti numerosissimi messaggi. In tanti hanno dedicato un pensiero a Federer, compresi Nadal e Alcaraz, dopo oltre 24 ore è arrivato il post di Djokovic, rimasto a lungo in silenzio.
A cura di Alessio Morra

L'addio al tennis di Roger Federer è una delle notizie dell'anno. Si è chiusa un'era, forse l'era più bella nella storia di questo sport. In ogni angolo del mondo in tantissimi hanno dedicato un pensiero allo svizzero, che ha ricevuto messaggi splendidi da parte anche di tantissimi atleti e ovviamente da parte di tanti tennisti, di ieri e di oggi che hanno voluto onorarlo, omaggiarlo e hanno voluto anche raccontare alcuni episodi particolari o poco noti. Su tutti brilla, ovviamente, il lungo post di Rafa Nadal, rivale e amico fraterno di Federer, e ha fatto da contraltare il lungo silenzio di Novak Djokovic, uno dei pochissimi a non aver fatto nel giorno dell'addio un tributo all'ex numero 1 del mondo. Ha rimediato con un lunghissimo post nel day after.

Roger Federer ha deciso di lasciare a 41 anni, è più di una stagione che non disputa un match e vivrà l'ultimo evento della sua carriera alla Laver Cup la prossima settimana. Dopo l'annuncio sui canali social di Roger sono arrivati a cascata veramente un numero infinito di messaggi. Tutto il suo mondo, quello del tennis che lui stesso ha detto di aver sempre adorato, gli ha dedicato un ricco omaggio.

Ci hanno pensato i suoi avversari di un tempo, quelli che l'attività l'hanno abbandonata da tempo – come Roddick, Del Potro, Nalbandian, James Blake – tantissime giocatrici – da Serena Williams, che ha lasciato pochi giorni fa, a Petra Kvitova, campionesse di Wimbledon come Roger.

Poi sono giunti una sfilza di messaggi degli eroi di oggi. Da Carlos Alcaraz, il nuovo numero 1, fresco di successo agli US Open, a Ruud, il numero 2, da Tsitsipas che ha scritto: "We love Roger" a Sinner, che ha postato una bella foto con Roger, fino a Nadal, che è legato da amicizia fraterna a Federer, e ha scritto: "Vorrei che questo giorno non sarebbe mai arrivato – scrive Nadal – È un giorno triste per me personalmente e per gli sport di tutto il mondo".

Un mare di affetto per un campionissimo come Federer, che questo affetto se l'è guadagnato sul campo. Ma all'appello è mancato per quasi ventiquattro ore il messaggio di un altro ex numero 1 e cioè Novak Djokovic, che si è fatto sentire con un post su Instagram.

Le polemiche, come detto, sono velocemente esplose, ma in realtà c'era poco da discutere. Perché Djokovic non è uno dei tennisti che maggiormente si dedica ai social network. Inoltre questa settimana a causa di problemi personali, non meglio specificati, il 7 volte vincitore di Wimbledon ha rinunciato a giocare in Coppa Davis, dopo aver dato l'assenso alla convocazione in un primo momento. Ed era certo che il post sarebbe arrivato considerando pure che entrambi giocheranno la Laver Cup per l'Europa, faranno gruppo, vivranno una settimana fianco a fianco e proveranno a far vincere ancora una volta l'Europa.

Djokovic e Federer in occasione del centenario del centrale di Wimbledon.
Djokovic e Federer in occasione del centenario del centrale di Wimbledon.

Certamente va detto anche che Djokovic e Federer non sono i migliori amici, non hanno un bel rapporto come quello che Roger ha con Rafa. Il loro rapporto non è mai sfociato in liti furenti, ma al di là del rispetto dell'uno per l'altro (non può essere altrimenti tra due giocatori immensi) non c'è mai stato un feeling bello e forte fuori dal campo. Djokovic ha postato una bella foto, recente, dello scorso luglio, e ha scritto un lungo messaggio:

Roger è difficile da vedere questo giorno ed è complicato esprimere a parole tutto ciò che abbiamo condiviso insieme in questo sport. Oltre un decennio di momenti incredibili e battaglie a cui ripensare. La tua carriera ha fatto capire che significa raggiungere l'eccellenza e guidare con integrità ed equilibrio. È un onore conoscerti dentro e fuori dal campo. So che questo nuovo capitolo conterrà cose incredibili per te, Mirka, i bambini, tutti i tuoi cari e i fan di Roger hanno ancora molto da aspettarsi. Dalla nostra famiglia alla tua, ti auguriamo tanta gioia, salute e prosperità in futuro. Non vedo l'ora di celebrare i tuoi successi e di vederti a Londra.

Djokovic re di Torino, trionfa alle ATP Finals ed eguaglia Federer: Ruud al tappeto
Djokovic re di Torino, trionfa alle ATP Finals ed eguaglia Federer: Ruud al tappeto
Lo strano filmato della pozione preparata per Djokovic: il suo clan si nasconde quando capisce
Lo strano filmato della pozione preparata per Djokovic: il suo clan si nasconde quando capisce
Rublev elimina Tsitsipas dalle ATP Finals, Djokovic eroico: batte Medvedev dopo 3 ore di lotta
Rublev elimina Tsitsipas dalle ATP Finals, Djokovic eroico: batte Medvedev dopo 3 ore di lotta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni