Federica Pellegrini ha pianto quando ha saputo di avere il Covid-19. In testa le sono ronzati (e le ronzano) cattivi pensieri come lasciar perdere tutto e ritirarsi dalle competizioni. Ha provato a elaborare questa sorta di lutto raccontando se stessa sui social attraverso video-story quotidiane, condividendo emozioni senza alcun timore di mostrarsi così come il coronavirus l'ha conciata. Occhi rossi, faccia sofferente e un po' impaurita, espressione tirata per la stanchezza che le ha lasciato addosso il contagio, corrucciata per la rabbia. È la stizza che ti assale se ti capita quando meno te lo aspetti e nel momento meno opportuno. È la reazione furente che esplode quando ti accusano ingiustamente e hai solo voglia di urlare in faccia al mondo intero "idioti, tacete, non avete capito un c…".

Le è successo di recente, quando per due giorni il suo profilo Instagram è stato preso d'assalto da utenti che le contestavano di essere una privilegiata (anche) nella gestione delle regole che scandiscono la pandemia, dalla quarantena alla somministrazione dei test. Il motivo? Aver accompagnato sua madre Cinzia, che aveva palesato sintomi, a fare il tampone nonostante fosse positiva.

Ho chiesto cosa dovevo fare e mi è stato detto di accompagnare mamma al drive-in. Poverina, è rimasta malissimo per questo caos mediatico, si è sentita in colpa – ha spiegato in un'intervista a Il Fatto Quotidiano -. Una persona normale dopo questa shitstorm forse si sarebbe tirata indietro sui social. Io invece ho deciso che continuerò a parlare di me come e quando voglio.

Questo morbo non fa differenze né ti risparmia solo perché sei un campione oppure un personaggio famoso. Perfino un atleta del calibro di Cristiano Ronaldo, attento alla cura del fisico e della persona, non è riuscito a restare immune. E ‘Fede' proprio non riesce a darsi pace per cosa, come le è successo.

Mercoledì ho nuotato e mi sono sentita le gambe doloranti, nel pomeriggio avevo il mal di gola – ha aggiunto Pellegrini -. Giovedì ho rifatto il molecolare e sono risultata positiva. In quel week-end ero a Roma per Italia's got talent ed eravamo controllatissimi. Sono stata in hotel e non sono andata a cena con persone estranee alla produzione.

Aveva paura di contrarre il Covid ed è accaduto. Per fortuna Federica Pellegrini sta bene, si sta riprendendo in fretta. Ma dovrà attendere ancora un po' prima di tornare i vasca. Nemmeno è convinta di poterlo, volerlo, doverlo fare ancora. E l'idea di mollare tutto si fa strada dentro di lei.

Ho 32 anni, ogni volta che si riprende dopo uno stop lungo faccio fatica a recuperare. In più già venivo da un virus intestinale che mi ha uccisa, ti dici “sei forte, avanti”, e invece sono crollata… Se non ci sono le Olimpiadi cosa farò? Se c’è un altro lockdown io smetterò di nuotare.