Ronaldo segna, Chiesa vola, Dybala è finalmente Joya. Ma tutto questo non sarebbe stato sufficiente alla Juventus per vincere il fondamentale scontro diretto col Napoli in chiave Champions League senza l'immortale Gigi Buffon.

"Si può cadere, ma non si può smettere di combattere", ha postato il portierone carrarino al termine del match, dando il senso di una riscossa fortemente voluta da tutto il gruppo bianconero, dopo le polemiche susseguenti alla batosta europea col Porto e poi al doppio passo falso con Benevento e Torino in campionato (un punto in due partite).

I numeri non mentono e dicono che con Buffon in campo la Juve non perde mai: in questa stagione Gigi è sceso in campo undici volte, con un bilancio di 9 vittorie e 2 pareggi. E poi c'è tutto il resto, quello che le cifre non dicono: il carisma, la personalità, l'essere un vincente che trascina la truppa, soprattutto nei momenti difficili.

Deve essere stato questo il ragionamento fatto da Pirlo quando – alla vigilia della partita che avrebbe potuto togliergli la panchina della Juventus – ha deciso di mettere in campo Buffon e non Szczesny, il titolare designato in maniera chiara ad inizio stagione e che a rigor di logica avrebbe dovuto giocare tutte le gare più importanti.

Una scelta tenuta ‘coperta' ai giornalisti, con un bluff da consumato giocatore di poker nelle ore che hanno preceduto la sfida dello Stadium. "Domani giocherà Szczesny", aveva detto in conferenza: mai bugia fu smentita dai fatti in maniera così acclarata. E del resto lo stesso Pirlo ha poi confessato nel dopo partita di aver mentito scientemente, spiegandone anche le ragioni.

"Far giocare Buffon era una cosa già pensata, però siccome c'era stata qualche critica nei confronti di Szczesny dopo l'ultima partita col Torino, ieri vi ho detto che avrebbe giocato lui tenendo in panchina Gigi. Però io avevo già parlato con il ragazzo, lui era già stanco quando era rientrato dalla Nazionale, perché aveva fatto tre partite di fila e aveva bisogno di staccare con la testa e di riprendere energia. Quindi avevo già in testa di far giocare Gigi però Tek rimane il titolare della Juventus".

Appuntamento al prossimo match di campionato col Genoa per sapere se stavolta Pirlo ha detto la verità. Quello che nessuno può smentire è che con Buffon come ‘riserva' alla Juve si può stare ancora molto tranquilli.