Brutte notizie per il Napoli. Victor Osimhen è ancora positivo al Covid-19. L'esito dell'ultimo tampone ha confermato le condizioni dell'attaccante nigeriano che, già fuori per infortunio alla spalla, è fermo da due settimane anche a causa del coronavirus contratto – con ogni probabilità – nel corso della festa di compleanno che ha generato polemiche. Nei prossimi giorni verrà ripetuto il test, il giocatore resta in isolamento fino a quando non risulterà negativo.

Il tampone naso-faringeo molecolare effettuato questa mattina al calciatore Victor Osimhen – si legge nella nota ufficiale della società azzurra -, ha dato come risultato esito positivo al Covid-19. Il giocatore ripeterà il test nei prossimi giorni.

Osimhen fermo da novembre per un infortunio alla spalla

Osimhen sta svolgendo allenamento personalizzato a casa, non avverte più dolore all'articolazione (spalla destra) e sembra sulla via del pieno recupero nonostante le voci dei giorni scorsi sulla gravità del trauma subito in nazionale a novembre scorso. Difficile, quindi, che possa essere pronto per la fine del mese come sperato dallo staff tecnico. L'assenza della punta, investimento da 70 milioni nella scorsa estate, ha sottratto a Gattuso la pedina sulla quale imperniare la sua idea di gioco: una formazione con spiccate caratteristiche offensive che ha nell'ex Lille la punta di diamante.

La situazione degli infortunati in casa Napoli

Se gli esami molecolari hanno allungato i tempi dalla guarigione dal virus del nigeriano, migliorano invece le condizioni di altri calciatori finora fuori per infortuni di differente natura: Mertens è pronto, ha superato la distorsione alla caviglia avvenuta nel corso della gara contro l'Inter. Possibile che il tecnico gli conceda minuti contro la Fiorentina. Koulibaly ha mostrato di aver recuperato bene, come riscontrato in Coppa Italia con l'Empoli. Filtra cauto ottimismo per Manolas: il suo acciacco muscolare non sembra grave e si sta facendo il possibile perché rientri in Supercoppa contro la Juventus.