La Juventus batte 2-1 il Genoa all'Allianz Stadium e continua la sua corsa Champions rispondendo al meglio alla vittoria del Milan sul Parma. Di Kulusevski e Morata i gol bianconero, Scamacca per gli ospiti.

Dominio bianconero nel primo tempo e gol di Kulusevski e Morata

Il primo tempo della Juventus inizia subito con un dominio totale dei bianconeri. La squadra di Pirlo è sembrata decisa e determinata a dare seguito all'ottima prestazione vista contro il Napoli. Con Cristiano Ronaldo e Morata davanti e Chiesa e Kulusevski sugli esterni, la Juve è stata pericolosa praticamente da ogni fronte. E dopo 3′ è infatti arrivato subito il vantaggio messo a segno dallo stesso Kulusevski, bravo a sfruttare al meglio un assist da destra di Cuadrado e mettere il pallone alle spalle di Perin con un sinistro a giro davvero ben calibrato. Il Genoa non riesce a regnare e allora sono i bianconeri a continuare a premere con conclusioni continue di Chiesa e dello stesso Cristiano Ronaldo.

Ma sugli sviluppi di un calcio di punizione per gli ospiti, Chiesa, sul capovolgimento di fronte, prende palla da metà campo e in verticale si fa 50 metri andando a calciare in area di rigore. Perin respinge sui piedi di Cristiano Ronaldo che di prima intenzione colpisce il palo. La palla respinta dal montante finisce a Morata che a porta praticamente vuote mette in rete il gol che vale il 2-0. Nel finale della prima frazione il Genoa sfiora il gol con Scamacca, bravo a liberarsi di Chiellini e De Ligt, ma meno a concludere bene alle spalle di Szczesny che invece è abilissimo a respingere la conclusione del bomber dell'U21 dell'Italia di Nicolato.

Nel secondo tempo la Juve soffre ma poi vince anche grazie a McKennie

Nella ripresa Pirlo sostituisce Cuadrado (già ammonito) con Alex Sandro mentre Ballardini manda in campo l'ex Pjaca per Behrami. Ma è un altro Genoa che inizia subito il secondo tempo con il gol di Scamacca, bravo a mettere in rete di testa una palla perfetta crossata da Rovella sugli sviluppi di un calcio d'angolo. I bianconeri sembrano tramortiti dal ritorno degli ospiti ma non si scompongono. Ma proprio nel momento in cui Cristiano Ronaldo e compagni pensavano di poter riprendere di nuovo in mano il pallino del gioco, ecco l'ennesima occasione d'oro per il Genoa in questo secondo tempo.

L'ex Pjaca calcia alto in area di rigore un pallone che la difesa bianconera aveva fatto passare con troppa facilità. La squadra di Pirlo ha sofferto per un po' ma proprio nel momento migliore degli ospiti, trova il gol del tris firmato da McKennie su assist di Danilo. Da quel momento in poi i bianconeri riescono a gestire la gara e chiudere la partita con un successo importantissimo in chiave Champions.