Il Napoli alla ricerca di continuità. Dopo la vittoria contro la Juventus in campionato, gli azzurri riprendono la loro avventura in Europa League e il sorteggio dei sedicesimi ha messo sulla strada di Gennaro Gattuso e dei suoi ragazzi il Granada di Diego Martínez Penas. Il tecnico dei partenopei nella conferenza stampa della vigilia ha parlato della situazione infortuni, visto che il Napoli potrà contare solo su 12 giocatori di movimento dopo il problema che ha riportato anche Andrea Petagna nelle scorse ore: "Come si affronta la quattordicesima partita in quarantasette giorni? Bella domanda. Siamo in emergenza, lo sappiamo ma non siamo qui in vacanza. Vogliamo fare una grande prestazione e per questo servirà un grande Napoli, con grande mentalità e grande forza. Loro sono veloci e ben organizzati. Siamo pochi ma saremo competitivi". 

Per questo motivo Gattuso ha convocato sei giovani per la trasferta spagnola ma la notizia più brutta l'ha ricevuta dopo l'esito degli esami di Hirving Lozano: distrazione di secondo grado al bicipite femorale destro e stop di almeno 20/30 giorni. Sull'infortunio del messicano l'allenatore del Napoli ha affermato: "Lozano è un giocatore importante come tutti quelli che mancano, l'anno scorso ha fatto molto meno delle sue possibilità. Ma abbiamo Politano che sta facendo una grandissima stagione, Insigne sta vivendo una di quelle migliori. Abbiamo bisogno di recuperare giocatori perchè si gioca ogni 3 giorni, noi e la Juve siamo le uniche a non aver mai potuto fare una settimana tipo. Questo problema ce l'hanno tutti, ma noi sempre, compreso l'impegno di Supercoppa a gennaio. Ma bisogna affrontare le cose con grande serietà".

Sugli avversari di domani il tecnico del Napoli si è espresso così: "Per vincere dobbiamo fare una grande prestazione a livello tattico e fisico. Il Granada è una squadra atipica. Affrontiamo una squadra rognosa, con caratteristiche precise. Per loro è un grande evento, sappiamo che dovremo battagliare".