1.077 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Francesca Fagnani dopo l’intervista a Fedez: “Sembra libero, in una fase di recupero del se stesso delle origini”

Francesca Fagnani commenta l’intervista rilasciata da Fedez e andata in onda nella seconda puntata di Belve: “Dà la sensazione di essere in una fase di recupero del se stesso delle origini, sembra in un momento di libertà psicologica molto forte”.
A cura di Stefania Rocco
1.077 CONDIVISIONI
Immagine

Francesca Fagnani è stata la prima a intervistare Fedez dopo la notizia della separazione da Chiara Ferragni. L’artista ha scelto la trasmissione Belve, in onda su Rai2, per raccontare questo particolare momento della sua vita privata segnato dalla fine del matrimonio con l’imprenditrice digitale, madre dei figli Leone e Vittoria. Intervistata da Oggi, Fagnani traccia un bilancio dell’intervista, riconoscendo a Fedez il merito di essersi raccontato in maniera trasparente: “È stata un’intervista lunghissima, un ritratto per ricostruire tutto il suo percorso, anche prima di Chiara. Ho visto un Fedez libero, con una grande autonomia di pensiero. Dà la sensazione di essere in una fase di recupero del se stesso delle origini, sembra in un momento di libertà psicologica molto forte. E la libertà, quando la ritrovi, è sempre inebriante”.

Fagnani a difesa di Fedez: “È capace di analizzarsi”

La giornalista e conduttrice tesse le lodi di Federico cui riconosce la capacità di fare una profonda analisi: “Nelle interviste ci sono persone che ti permettono di toccarle in profondità e altre che ti lasciano in superficie. Federico si è mostrato a fondo perché è uno in grado di analizzarsi, guardarsi dall’esterno con una certa obiettività. Non è da tutti”.

Francesca Fagnani e gli ascolti di Belve: “L’ansia mi porta a lavorare il triplo”

Fagnani ha quindi raccontato com’è il suo rapporto con gli ascolti realizzati dall’edizione in corso di Belve: “Per come sono fatta, tendo ad aver paura di non essere all’altezza di quello che mi sta succedendo. Davanti al 10% di ascolti la tentazione è stata chiamare la Rai e dire ‘Ok, è andata bene, fermiamoci qui’. La sola reazione che ho è un’ansia che mi porta a lavorare il triplo. Ho visto salire e scendere rapidamente persone ben più importanti di me e questo mi ricorda sempre che ‘successo’, in fondo, è un participio passato”.

1.077 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views