709 CONDIVISIONI

Cantanti e autotune, l’ex di Amici Alessio Bernabei: “Siamo rimasti in 4 a saper cantare”

Alessio Bernabei, cantautore ed ex volto di Amici, commenta la polemica nata tra Paolo Meneguzzi e J-Ax a proposito dell’uso dell’autotune: “Siamo rimasti in 4 a saper cantare”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Stefania Rocco
709 CONDIVISIONI
Immagine

Alessio Bernabei, cantante ed ex volto di Amici, commenta la posizione espressa da Paolo Meneguzzi nel corso dello scontro a distanza con J-Ax a proposito dell’utilizzo dell’autotune. Sposando la tesi del cantautore svizzero, il frontman della band Follya si è incluso in una lista, a suo dire particolarmente breve, di artisti ancora in grado di cantare senza supporti. “Serviva Paolo Meneguzzi per farci capire che nel 2023 a saper cantare siamo rimasti in quattro?”, ha scritto Bernabei in romanesco, “Oppure il mondo si evolve come si evolve la musica, le tendenza, la tecnologia e rimanere ancorati al passato è da sfigati?”.

Immagine

Chi è Alessio Bernabei

Classe 1992, Bernabei è diventato popolare partecipando nel 2015 al talent show Amici insieme al suo gruppo musicale, i Dear Jack (oggi Follya). La band, composta da Bernabei insieme a Francesco Pierozzi, Lorenzo Cantarini, Alessandro Presti e Riccardo Ruiu, riuscì ad arrivare alla finale di Amici e a vincere il premio della critica assegnato dai giornalisti. A fine 2015, il cantante decise di abbandonare il gruppo d’accordo con i colleghi per intraprendere una carriera da solista. Nel 2022, però, Alessio è tornato sui suoi passi ed è diventato di nuovo il frontman del gruppo, che nel frattempo aveva cambiato nome.

Paolo Meneguzzi e l’uso dell’autotune: “È una truffa”

Meneguzzi era stato particolarmente severo nel commentare, a mezzo social, il largo utilizzo dell’autotune da parte degli artisti, soprattutto nel corso delle esibizioni live: “Il 99% delle volte i personaggi usano l’autotune per risultare intonati. Poi spesso dicono che usano questo strumento per questioni stilistiche, ma queste sono delle favolette. Certo, in qualche caso è vero, ad esempio Billie Eilish. Per molti però è una scusa, perché la verità è che questi invece non sanno cantare. Quindi usare l’autotune per correggere l’intonazione è una sorta di truffa all’arte del canto. Perché cantare è un’arte e l’autotune usato per l’intonazione sta sfornando moltissimi cantanti che senza questo mezzo non sarebbero cantanti. Sono tutti uguali, non hanno né arte, né parte”.

709 CONDIVISIONI
Fedez presenta i cantanti a LoveMi: "Una serie di amici, non tanti perché ne sono rimasti pochi"
Fedez presenta i cantanti a LoveMi: "Una serie di amici, non tanti perché ne sono rimasti pochi"
Amici, Lorella Cuccarini contro Zerbi: "Non vedo perché i ragazzi non possano cantare senza autotune"
Amici, Lorella Cuccarini contro Zerbi: "Non vedo perché i ragazzi non possano cantare senza autotune"
Amici, Alessio Cavaliere: "Vi spiego perché non volevo più ballare. De Filippi mi ha dato serenità"
Amici, Alessio Cavaliere: "Vi spiego perché non volevo più ballare. De Filippi mi ha dato serenità"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views