4.751 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Enrico Papi: “Mi fotografo a torso nudo anche se sono ridicolo. Sono fluido, mai avuto preclusioni”

Enrico Papi parla al Corriere della sua vita. Dai ricordi del cabaret a ‘Papi quotidiani’ prima dell’enorme successo con Sarabanda. Al suo fianco da 26 anni c’è la moglie Raffaella Schifino: “Ci autosopportiamo”. Infine sul suo orientamento sessuale: “Sono fluido, potrei innamorarmi di un uomo o di una donna allo stesso modo”.
A cura di Gaia Martino
4.751 CONDIVISIONI
Immagine

Enrico Papi in una lunga intervista al Corriere racconta la sua lunga carriera, ripercorrendo ogni step, dagli inizi come cabarettista alla svolta con Chiacchiere. "Berlusconi dormiva poco: mi vide di notte e mi contattò per avermi a Mediaset. Pensavo fosse uno scherzo, vittima pure io di una candid camera. Ero semi-sconosciuto e mi prese al posto di Sgarbi che si candidava alle politiche. Nel 1996 ‘Papi quotidiani' fu la svolta della mia carriera" ha raccontato prima di parlare della sua vita privata.

Enrico Papi e le foto a torso nudo

Enrico Papi alla domanda sul perché spesso posa a torso nudo, ha replicato: "È nato per scherzo, ma vedevo che ricevevo tanti like. È un modo ironico per auto-percularmi, lo so che è ridicolo quello che faccio. Ma mi diverte" ha confessato. Al settimanale Chi un anno fa disse di avere un orientamento fluido, al Corriere ha aggiunto: "

Ho sempre pensato che questa distinzione tra il macho che non deve chiedere mai e la donna fragile che va salvata non ha senso. Io potrei innamorarmi di un uomo o di una donna allo stesso modo, mai avuto nessun tipo di preclusione.

"Non mi sono mai innamorato di un uomo, ma potrebbe capitare e non ci trovo niente di male" ha continuato prima di parlare della moglie Raffaella Schifino. Sono sposati da 26 anni e sono sempre stati lontani dal mondo del gossip:

Ci autosopportiamo: ognuno di noi ha più difetti che pregi e per stare insieme bisogna saper apprezzare soprattutto i difetti. La nostra unione non fa notizia, anche se in realtà dovrebbe: due che stanno insieme da 25 anni assomiglia a una perversione.

I ricordi di Sarabanda e i rapporti con i colleghi

Enrico Papi nel 1996 conduceva ‘Papi quotidiani', una rubrica di gossip che tirò in ballo grandi nomi dello spettacolo italiano. "Ripresi Grillo mentre nuotava con la moglie, voleva 10 milioni per la liberatoria. Io firmai, mandai in onda il servizio, ma non arrivò alcuna denuncia" ha raccontato. Su Bonolis che "gli tirò una torta in faccia", scrive il Corriere, ha aggiunto: "Ci stava, lo perseguitavo parecchio, ci dava tanto lavoro. Che dolore per Mike Bongiorno, Mi ero nascosto in un hotel durante il Festival di Sanremo sperando di vederlo con qualche donna. Ma niente. Montai un servizio giocoso, con la sua ufficio stampa che entrava nella sua stanza, lui se la prese molto. A ripensarci forse avevo esagerato". Poi arrivò Sarabanda che fu un enorme successo:

Quel programma aveva alterato la mia vita, lavoravo tutto il giorno e avevo perso la percezione della vita reale. Era come stare in un Grande Fratello, non riuscivo a distinguere la realtà e la televisione, l’Uomo Gatto lo vedevo a pranzo anche se non c’era, avevo le allucinazioni. Mi svegliavo e pensavo ci fossero le telecamere. Vivevo una realtà deformata

Enrico Papi oggi conduce La Pupa e Il Secchione, e lo scorso anno è stato opinionista dell'Isola dei Famosi. Circolarono pettegolezzi riguardo il suo rapporto con Ilary Blasi: "Non abbiamo litigato, assolutamente".

4.751 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views