134 CONDIVISIONI
Festival di Cannes 2022
22 Aprile 2022
20:04

Cannes 2022, Le otto montagne con Alessandro Borghi e Luca Marinelli aggiunto tra i film in concorso

Un altro film italiano concorrerà per la Palma d’oro al Festival di Cannes 2022. Si tratta di “Le otto montagne” con protagonisti Alessandro Borghi e Luca Marinelli.
A cura di Ilaria Costabile
134 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Cannes 2022

A meno di un mese dall'inizio dell'attesa kermesse cinematografica, sono stati comunicati nuovi film che andranno ad arricchire la lista dei candidati nelle varie categorie, e tra i film in concorso compare un altro titolo italiano. Si tratta de "Le otto montagne" con protagonisti Alessandro Borghi e Luca Marinelli.

Un nuovo film italiano in concorso

È raro che alla selezione ufficiale dei titoli presentati per l'edizione di una kermesse prestigiosa come il Festival di Cannes, vengano aggiunti, a poco meno di un mese dall'inizio della rassegna dei titoli che si integrano a quelli già comunicati qualche settimana fa, in attesa che venga dichiarato ufficialmente il nome del presidente di giuria, nonostante si stia facendo insistente quello di Paul Thomas Anderson. Tornando ai film, dopo la candidatura di "Nostalgia" di Mario Martone tra i titoli in concorso e la co-produzione italo francese del film di Valeria Bruni Tedeschi, arriva in lizza per la Palma d'Oro un altro film italiano, si tratta de "Le otto montagne" diretto da Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside, società del gruppo Fremantle, insieme alla francese Pyramide productions e alla belga Rufus Menuetto.

Alessandro Borghi e Luca Marinelli protagonisti

Protagonisti di questo racconto sono Alessandro Borghi e Luca Marinelli, di nuovo insieme dopo "Non essere cattivo" presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2015. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega nel 2017, e racconta la storia di un'amicizia, del rapporto tra genitori e figli, delle difficoltà che come montagne da scalare sia fisicamente che psicologicamente portano gli individui a comprendere, attraverso un percorso, la loro essenza più profonda.

Gli altri titoli aggiunti alle categorie

Come anticipato, sono state diverse le aggiunte apportate in queste ultime ore alle categorie comunicate lo scorso 14 aprile. Quindi, troviamo tra i titoli in concorso due film francesi: Un petit frère di Léonor Serraille, e Tourment sur les Iles di Albert Serra. Nella sezione Cannes Prèmiere i francesi Don Juan di Serge Bozon, La nuit di Dominik Moll, Chronique d'une liaison passagère di Emmanuel Mouret, infine il belga Séance de Minuit Rebel di Adil El Arbi e Bilall Fallah. Per il Certain Regard troviamo: Plus que jamais di Emily Atef prodotto da Germania/Francia, il palestinese Mediterranean Fever di Maha Haj, Le bleu du caftan di Maryam Touzani dal Marocco e Harka di Lofty Nathan per la Tunisia. Per la categoria Fuori concorso compare L'innocent, nuova regia per Louis Garrel. Sono stati aggiunti anche alcuni film per le "proiezioni speciali" ovvero:

  • Mi pais imaginario di Patricio Guzman (Cile),
  • The Vagabonds di Doroteya Droumeva (Germania),
  • Riposte féministe di Marie Perennès e Simon Depardon (Francia),
  • Restos do vento di Tiago Guedes (Portogallo)
  • Le petit Nicolas qu'est-ce qu'on attend pour etre heureux? di Amandine Fredon, Benjamin Massaoubre (Francia).
134 CONDIVISIONI
69 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni