Vasto incendio a Spinaceto, a bruciare sono sterpaglie ed il fuoco alimentato dal vento sta destando preoccupazione per le abitazioni circostanti. Le fiamme sono divampate nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 23 luglio, nel quadrante a Sud di Roma, dove il fumo ha ricoperto il cielo al di sopra del quartiere. Le strade interessate sono via Nicola Stame, via Filippo De Grenet, via Caduti della Resistenza, via Salvatore Lo Rizzo, viale dei Caduti nella Guerra di Liberazione.

I vigili del fuoco a protezione delle case

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Roma, dopo l'allarme arrivato alla Sala Operativa, che ha inviato diverse squadre (Eur, Ostiense, boschiva Fiumicino, Cerveteri, Dos 5) e una botte, per le operazioni di spegnimento. Data la vastità dell'incendio è stato necessario sia l'intervento dell'aereo del Drago 57 sia quello di un altro elicottero della Regione Lazio. I pompieri hanno cercato di circoscrivere il rogo, ponendosi a protezione delle case. Presenti per la gestione del traffico e di supporto ai vigili del fuoco, gli agenti della polizia locale di Roma Capitale. Non è stato necessario evacuare le abitazioni e non risultano al momento né persone ferite, né intossicate.

Trovata una tanica di benzina

Nel corso del pomeriggio, una volta estinte le fiamme, gli agenti del Gruppo Eur della polizia locale di Roma Capitale hanno rinvenuto una tanica contenente una sostanza infiammabile, probabilmente della benzina, abbandonata in una dei punti più colpiti dall'incendio, esattamente tra tra via di Mezzocammino e viale dei Caduti per la Resistenza. Il conenitore è stato posto sotto sequesto e sono partite le indagini per accertare il dolo.

Giorni di incendi a Roma

Sono giorni di incedi a Roma, che hanno interessato in particolare la zona Sud. Ieri un rogo di notevoli dimensioni ha bruciato chilimetri di sterpaglie in via Castel di Guido, dove le fiamme hanno raggiunto anche diverse auto, una tettoia in legno e una villa, fortunatamente disabitata. Le operazioni di spegnimento hanno richiesto l'impiego di tutto il personale e di tutte le squadre, ben sedici, che hanno lavorato diverse ore prima di riuscire a domare l'incendio. Di martedì scorso invece il rogo che ha interessato l'area compresa tra via Ardeatina e via Laurentina, dove sono andati a fuoco ettari di sterpaglie e baracche abbandonate. Ancora, il 20 luglio, un incendio ha colpito la vegetazione nei pressi della pista ciclabile della zona dell'ex Ippodromo di Tor di Valle, mentre poche ore prima, un altro rogo si è originato a ridosso del campo rom di via Candoni, dov'è stato necessario evacuare gli abitanti.