Riprendono quota le forze di governo e la Lega continua a crescere, toccando un record difficilmente ipotizzabile fino a pochi mesi fa. L’ultimo sondaggio realizzato da Swg per il Tg La7, trasmesso lunedì 10 giugno, evidenzia una incredibile crescita del partito di Matteo Salvini, che continua a guadagnare consensi dopo il successo delle elezioni europee, in cui il Carroccio è risultato essere nettamente il primo partito in Italia, con oltre dieci punti di vantaggio su tutti gli inseguitori. In generale, in questa ultima settimana sono cresciute entrambe le forze di governo, con quasi due punti percentuali guadagnati tra Lega e Movimento 5 Stelle. Al contrario, sono in calo tutti gli altri partiti: scende il Pd che torna sul livello delle europee, perde consensi anche Forza Italia, così come Fratelli d’Italia: il partito della Meloni, però, subisce un’erosione dei consensi meno ingente e raggiunge così gli azzurri di Silvio Berlusconi.

Partiamo dalla Lega, sempre più primo partito, con un vantaggio su tutti gli altri che ormai sfiora i 15 punti percentuali. Il Carroccio si attesta al 37,3%, contro il 36,5% della scorsa settimana: lo 0,8% in più in soli sette giorni. Al secondo posto, ma nettamente staccato, resta il Partito Democratico. Che risulta però in calo, passando dal 23,5% al 22,8% di oggi. Chi invece torna a crescere è il Movimento 5 Stelle, che mostra – almeno in questa rilevazione – segnali di ripresa. I pentastellati guadagnano quasi un punto percentuale passando dal 17,5% di sette giorni fa al 18,4% di questa settimana.

Continua il momento difficile per Forza Italia, che dopo la delusione delle europee, arrivata nonostante la decisione del leader Silvio Berlusconi di scendere in campo in prima persona, ora viene raggiunto da Fratelli d’Italia. Fi continua a perdere voti passando dal 6,9% al 6,3%. Stessa cifra per il partito di Giorgia Meloni, che comunque è in leggero calo rispetto a una settimana fa: passa dal 6,6% al 6,3% con cui appaia i forzisti. Poche variazioni dietro ai primi partiti: +Europa con Italia in comune fa registrare il 2,8% dei consensi, contro il 2,7% della rilevazione precedente. In crescita, seppur di poco, anche i Verdi che passano dal 2,6% al 2,8%. Perde ancora, invece, La Sinistra: dal’1,7% all’1,5%. Le altre liste raccolgono, insieme, l’1,8% dei voti. Si alza, invece, il tasso di coloro i quali preferiscono non esprimersi: sale dal 31% di una settimana fa al 35% di oggi.