"Mi fa piacere che Salvini abbia accettato la proposta di confronto lanciata a Porta a Porta. Tra il 15 e il 17 ottobre, su Rai1, finalmente ci confronteremo con l'omonino. Sarà divertente". Lo ha annunciato Matteo Renzi nella enews. Il ‘duello' a ‘Porta a Porta' non ha ancora una data precisa, ma si svolgerà a metà ottobre, tra il 15 e il 16. Il leader della Lega Matteo Salvini non ha commentato ancora pubblicamente la sfida con il fondatore di Italia Viva, ma l'appuntamento è confermato.

Nella sua enews Matteo Renzi ha chiarito che non intende partecipare ai tavoli di maggioranza, replicando a quelle che considera "fakenews". Si dice che i renziani vogliano "staccare la spina al Governo Conte Bis! Falso! Noi abbiamo attaccato la spina al Governo per evitare le follie di Salvini. Attaccata, non staccata come voleva chi sognava le elezioni. Per noi la legislatura finisce nel 2023: viva la stabilità!". Inoltre, dicono "lo fanno per le poltrone. Falso! Avessimo avuto questa idea, lo avremmo fatto prima dell'assegnazione degli incarichi. E soprattutto a noi interessano le idee, non gli sgabelli" Infine, ripetono che "Renzi vuole sedersi al tavolo. Falso! Io non parteciperò a nessun tavolo perché non avrò alcun ruolo formale. Si può fare politica anche senza reclamare posti al tavolo. O a tavola. Basta avere idee". Intanto si sono formati sia alla Camera sia al Senato i nuovi gruppi, composti prevalentemente dai renziani che si sono staccati dal Partito Democratico. Nell'organigramma del nuovo partito, nell'assegnazione degli incarichi, sarà sempre rispettata la parità di genere, seguendo lo schema uomo-donna.

Ci vedremo alla Stazione Leopolda per la decima edizione del nostro appuntamento. Parleremo di Italia 2029, di futuro, di come disegnare il nostro domani. E naturalmente presenteremo il nostro sito www.casaitaliaviva.it. Il nostro logo. E tanto altro", promette Renzi.