Francesco Paolo Figliuolo è stato nominato nuovo commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus. La decisione è stata presa dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. Figliuolo è generale di corpo d’armata. Prenderà il posto di Domenico Arcuri, commissario uscente per l’emergenza Covid. Draghi e il governo rivolgono il loro ringraziamento allo stesso Arcuri per "l'impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese”.

Chi è Figliuolo, nuovo commissario per l'emergenza Covid

A tracciare un breve profilo del nuovo commissario per l’emergenza Coronavirus è Palazzo Chigi, attraverso una nota. Il generale Figliuolo, originario di Potenza, ha ricoperto molti incarichi nella forza armata dell’esercito, interforze e internazionale. Figliuolo ha ricoperto l’incarico di capo ufficio generale del capo di Stato maggiore della difesa e dal 7 novembre 2018 è comandante logistico dell’esercito. Il generale ha avuto anche incarichi in ambito internazionale, maturando esperienza come comandante del contingente nazionale in Afghanistan nell’ambito dell’operazione Isaf e come comandante delle forze Nato in Kosovo, nel periodo che va dal settembre 2014 all’agosto 2015. Nella nota di Palazzo Chigi si ricorda anche come il generale sia stato insignito di numerose onorificenze, tra cui la decorazione di cavaliere dell’ordine militare d’Italia, la Croce d’ora e una Croce d’argento al merito dell’esercito e Nato Meritorius service medal.

Oggi l’ex commissario Arcuri a Palazzo Chigi

La decisione di nominare un nuovo commissario all’emergenza Covid-19 è stata preceduta dall’arrivo a Palazzo Chigi di Domenico Arcuri, commissario uscente. Secondo quanto emerso, Arcuri sarebbe stato circa mezz’ora a Chigi ma non avrebbe incontrato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, arrivato poco prima che il commissario uscisse. Nelle ultime ore la pressione sul governo per la sostituzione di Arcuri è stata sempre più forte, tanto che anche Forza Italia ne aveva chiesto la rimozione: “Fare in fretta per vaccinare gli italiani. Il governo nomini subito un nuovo responsabile al posto di Arcuri, che si occupi di approvvigionamento e organizzazione”, ha scritto su Twitter Antonio Tajani. Il primo a chiedere, ripetutamente, la sostituzione di Arcuri è stato il leader della Lega, Matteo Salvini. D’accordo era anche Italia Viva, come sottolineato da Matteo Renzi criticando il piano vaccinale.

Arcuri: riconoscente e onorato di aver servito il Paese

Il commissario uscente, Domenico Arcuri, commenta attraverso una nota: "Oggi si è conclusa la mia esperienza da commissario per l’Emergenza Covid 19. È stato un anno straordinario e sono riconoscente a chi mi ha dato la possibilità di occuparmi della più grande emergenza che la storia recente ricordi. Sono onorato di aver potuto servire il mio Paese in una stagione così drammatica. Voglio ringraziare la mia squadra, le donne e gli uomini che con dedizione, abnegazione e professionalità mi hanno permesso di svolgere al meglio l’incarico affidatomi. Auguro al generale Francesco Paolo Figliuolo buon lavoro, certo che saprà affrontare con competenza il compito cui è stato chiamato".