2.268 CONDIVISIONI
31 Ottobre 2022
15:40

Covid, il governo proroga l’obbligo di indossare le mascherine negli ospedali e nelle Rsa

Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto su Covid e Giustizia. Stop all’obbligo vaccinale per medici e professioni sanitarie a partire da domani. Per quanto riguarda le mascherine, invece, il ministro della Salute firmerà a breve un’ordinanza per prorogare l’obbligo in ospedali e Rsa.
A cura di Annalisa Cangemi
2.268 CONDIVISIONI

Stop all'obbligo vaccinale anti Covid per medici e professioni sanitarie a partire da domani, 1° novembre. Viene invece prorogato l'obbligo di utilizzare la mascherina negli ospedali e nelle Rsa.

Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri, riunitosi oggi, che ha approvato il nuovo decreto contenente ‘Misure urgenti in materia di divieto di concessione dei benefici penitenziari nei confronti dei detenuti o internati che non collaborano con la giustizia, nonché in materia di entrata in vigore del decreto legislativo 10 ottobre 2022, n. 150, di obblighi di vaccinazione anti SARS-COV-2 e di prevenzione e contrasto dei raduni illegali'. La bozza è composta da 9 articoli e comprende anche norme in materia di giustizia, e dà attuazione alla linea dura annunciata dal Viminale sui raduni illegali.

Oltre alla fine da domani, 1 novembre, dell'obbligo di vaccinazione per il personale sanitario (in anticipo rispetto alla scadenza precedentemente fissata al 31 dicembre), e al conseguente reintegro dei medici e degli infermieri che non potevano esercitare perché non si erano immunizzati, il governo ha deciso di prolungare l'obbligo di mascherina negli ospedali e nelle Rsa con un'ordinanza. La decisione del ministro della Salute Schillaci è arrivata dopo giorni di appelli da parte della comunità scientifica, preoccupata per la fine repentina di tutte le restrizioni. Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella era intervenuto, per tentare di convincere l'esecutivo a mantenere le normative in vigore, con un atteggiamento di cautela.

Dalle Regioni del resto era arrivato un chiaro segnale al governo Meloni: prima Campania e Lombardia e poi anche Lazio hanno deciso di anticipare la decisione dell'esecutivo, annunciando l'intenzione di mantenere l’utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa, almeno per tutto il periodo autunnale, in cui le strutture sanitarie dovranno anche fare i conti con l'influenza stagionale classica.

Le altre misure del nuovo decreto del governo Meloni

Da domani non ci sarà più l'obbligo di vaccino contro il Covid-19 per sanitari e operatori delle Rsa. L'obbligo era previsto fino al 31 dicembre. Per quanto riguarda la giustizia, nel provvedimento entra lo slittamento dell'entrata in vigore della riforma Cartabia sul processo penale, posticipata al 30 dicembre.

Nel testo c'è anche la stretta, voluta dal ministro dell'Interno Piantedosi, sui raduni pubblici come i rave party. Si prevede la reclusione da 3 a 6 anni, multe da 1.000 a 10.000 euro e si procede d'ufficio "se il fatto è commesso da più di 50 persone allo scopo di organizzare un raduno dal quale possa derivare un pericolo per l'ordine pubblico o la pubblica incolumità o la salute pubblica". In caso di condanna, "è sempre ordinata la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e di quelle utilizzate per realizzare le finalità dell'occupazione".

Nella parte che riguarda l'ergastolo ostativo, nella bozza esaminata dal Cdm si specifica che i soggetti detenuti per crimini connessi all’associazione di stampo mafiosa – ma anche scambio politico-elettorale di tipo mafioso, violenza sessuale, su minore e di gruppo, tratta illecita di migranti, traffico illecito di sostanze stupefacenti, induzione e sfruttamento alla prostituzione minorile e pornografia minorile – non potranno comunque essere ammessi alla liberazione condizionale se non hanno scontato almeno due terzi della pena temporanea o almeno 30 di pena, in caso di condanna all'ergastolo.

2.268 CONDIVISIONI
Covid, governo vuole togliere l'obbligo di tampone per i viaggiatori dalla Cina
Covid, governo vuole togliere l'obbligo di tampone per i viaggiatori dalla Cina
Il governo ha prorogato l'obbligo di tampone per chi arriva dalla Cina fino al 28 febbraio
Il governo ha prorogato l'obbligo di tampone per chi arriva dalla Cina fino al 28 febbraio
Covid in Cina, infermieri stremati svengono in ospedale
Covid in Cina, infermieri stremati svengono in ospedale
1.049 di antoizzo86
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni