La notizia è stata segnalata dai lettori, soprattutto ai giornali sardi. In molti hanno visto ieri sera, intorno alle 22.30, una “scia infuocata”, un “meteorite” che ha attraverso il cielo della Sardegna. Le testimonianze sono state raccolte soprattutto sulle pagine social dell’Unione Sarda, che ha messo insieme quanto riportato dai lettori e ricostruito quanto avvenuto anche grazie a un video in cui si vede questa palla infuocata attraversare il cielo e finire in mare. Le segnalazioni sono arrivate da varie zone della Sardegna: Cagliari, Villacidro, Carbonia, Nuoro, Sassari.

A spiegare di cosa potrebbe trattarsi è Manuel Floris, astronomo del Planetario che sempre all’Unione Sarda chiarisce: “In effetti deve essersi trattato di un meteorite, precipitato in mare, presumibilmente tra la Sardegna e le Baleari”. In effetti questo meteorite è stato avvistato non solo in Sardegna, ma anche in Spagna. L’astronomo sottolinea ancora: “Viaggiava a velocità altissima, si parla di centinaia di chilometri orari, e doveva essere composto da ferro, che a contatto con l’atmosfera è bruciato velocemente, dando origine al bagliore che ha praticamente illuminato il cielo a giorno”.

L’astronomo cerca di chiarire anche quale potesse essere la grandezza dell’oggetto apparso all’improvviso nei cieli sardi: “Doveva pesare uno o due chili, ma non doveva essere più grande di una palla da calcio”. Floris spiega ancora: “Dovrebbe trattarsi di un frammento metallico abbastanza piccolo. Non è facile conoscere le sue dimensioni precise ma è probabile che non pesasse più di un chilo. Se, come risulta dai racconti fatti sui social network, è stato notato anche a Barcellona, è molto probabile che sia caduto in un tratto tra il mar di Sardegna e le isole Baleari”.