Silvio Berlusconi è ancora una volta ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano. Il leader di Forza Italia sarebbe in ospedale per accertamenti, come confermano fonti romane del partito. L'ex premier che ha trascorso la Pasqua nella casa di sua figlia Marina in Provenza, ha raggiunto l'ospedale in elicottero.

Il leader di Forza Italia era stato ricoverato al nosocomio di Segrate, alle porte di Milano, lo scorso 22 marzo. Anche in quel caso si era trattato di controlli  legati alla sua situazione post-Covid e per problemi cardiaci (aveva già superato un'operazione molto seria al cuore, nel giugno 2016). “Niente di grave”, avevano sottolineato fonti del partito, “ma il presidente deve stare fermo un po’”. Berlusconi era stato sottoposto ad alcuni esami e poi dimesso due giorni dopo.

Nei mesi scorsi Berlusconi aveva affrontato il Covid e una volta guarito aveva definito il contagio del virus una delle esperienze più difficili della sua vita. Poi il ricovero di poche settimane fa, annunciato dal suo avvocato Federico Cecconi durante il processo per il Ruby Ter. Il legale non aveva voluto chiarire nello specifico le problematiche di salute di Berlusconi, spiegando soltanto che era ospedalizzato. C'è da dire che il legale dell’ex premier il 27 gennaio, aveva depositato certificazione medica nella quale si diceva che il leader di Forza Italia aveva bisogno di riposo "assoluto". A febbraio, inoltre, aveva anche avuto un piccolo incidente domestico: era caduto nella sua residenza romana.

Nel processo, che vede imputato il leader di Fi e altre 28 persone, tra cui diverse ‘olgettine', la difesa dell'ex Cavaliere negli ultimi mesi sta fornendo un ‘bollettino' costante sulle condizioni di salute dell'ex presidente del Consiglio. Allo stesso tempo, va detto, nelle ultime udienze ha sempre scelto, ovviamente su indicazione di Berlusconi, di non avanzare legittimi impedimenti e quindi rinvii, come invece era successo in diverse occasioni in passato.