È di almeno 8 morti il tragico bilancio dell’ondata di maltempo che ha colpito nelle scorse ore l’Italia, in particolare le regioni del nord provocando danni ingentissimi a infrastrutture pubbliche ed edifici privati. Il bilancio più grave in Liguria dove domenica sono stati rinvenuti cinque cadaveri, tutti recuperati lungo il corso di fiumi o in riva al mare, restituiti dalle grosse mareggiate. Una vittima in Valle D’Aosta, un vigile del fuoco volontario, e un’altra in Piemonte che conta anche la morte del malgaro ritrovato cadavere sul versante francese del Colle di Tenda. Il bilancio purtroppo è solo provvisorio non solo perché alcuni dei corpi non sono stati ancora identificati e atre persone purtroppo risultano ancora disperse ma anche perché il maltempo continuerà a imperversare sui territori già martoriati anche nelle prossime ore.

Si cerca disperso in Lombardia

In Lombardia invece sono senza esito finora le ricerche del cacciatore scomparso nel Pavese. L'uomo, un 77ene residente in provincia di Brescia, era impegnato in una battuta di caccia lungo le rive del Sesia quando è stato sorpreso dal temporale e dalla piena del fiume che ha travolto anche la cascina abbandonata in cui si era rifugiato.

Stato di emergenza in Piemonte per maltempo

Le due regioni più colpite, Liguria e Piemonte, hanno chiesto lo stato di emergenza. "La situazione è molto grave. E' come il 1994, con la differenza che stavolta in 24 ore sono caduti 630 millimetri di pioggia. Una precipitazione così imponente in un arco di tempo così limitato non succedeva dal 1954″ ha dichiarato il governatore piemontese Alberto Cirio che martedì sarà a Roma per discuterne con il governo.  “Ho parlato con il presidente della Protezione civile Borrelli, con i ministri Boccia e De Micheli. Martedì, dopo aver visitato tutte le province colpite, sarò a Roma a ribadire che servono al più presto le risorse per ripartire. Mi conforta la telefonata del presidente Mattarella: ha assicurato che lo Stato non ci lascerà soli. È una persona straordinaria, in lui ripongo la massima fiducia” ha aggiunto Cirio.

Il Maltempo ha causato ingenti danni in Liguria

"In Liguria continua senza sosta il lavoro per fronteggiare i danni causati dall’ultima ondata di maltempo. In tutta la Regione avevamo 20mila utenze elettriche fuori servizio, in 24 ore 15mila sono state sistemate e le restanti 5mila verranno ripristinate. abbiamo ancora tanto da fare ma non ci fermiamo. Mentre continuiamo a lavorare per tornare al più presto alla normalità, ricordiamoci di non abbassare la guardia. Grazie a previsori, tecnici e volontari della nostra Protezione Civile per lo straordinario lavoro che stanno facendo anche in queste ore. Come sempre massima attenzione” ha scritto su Facebook il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.