24 Novembre 2012
15:24

La figlia del boss della camorra dedica una canzone al padre ucciso

La giovane è Mary Marino, il padre era lo scissionista di Scampia Gaetano, ucciso la scorsa estate a Terracina. Il brano spopola su Youtube.
A cura di Redazione
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=_3cvTaHj_mk

"Ciao papà" è il titolo della canzone, strappalacrime: italiano e un pizzico di dialetto partenopeo. "Come va la vita in paradiso"? E si capisce che si parla di una perdita, quella di un genitore, in giovane età. Umani sentimenti a parte, è il soggetto della canzone a far rabbrividire: si tratta di Gaetano Marino, già ‘o moncherino – perché privo delle mani dopo lo scoppio di una bomba –
boss del clan degli Scissionisti di Scampia, ucciso la scorsa estate in spiaggia, a Terracina. Ed è ambientato proprio in riva al mare il video della canzone – come spiega oggi Il Mattino di Napoli – della figlia di del boss, Mary.

"Ciao papà, come va la vita in paradiso? Qui la gente ti racconta ancora, dicono che splendida persona": questo il testo della canzone che esalta la figura del camorrista, insieme al fratello Gennaro alla timone di una delle fazioni più sanguinarie della criminalità organizzata di tutta Europa, "Anche i miei fratelli ti salutano. Mamma dice che non basta un secolo per dimenticare un amore grande come te" canta la ragazzina che già qualche anno fa era stata protagonista di un episodio legato alla figura ingombrante del padre: era stata ospite della Rai e alla fine dell’esibizione addirittura la conduttrice Rai inquadrò il boss, seduto in prima fila.

Processo Alex Pompa, che uccise il padre violento. La madre: "Ci ha salvato la vita, saremmo morti"
Processo Alex Pompa, che uccise il padre violento. La madre: "Ci ha salvato la vita, saremmo morti"
Uccise il padre violento per difendere la madre, gli audio delle liti: "Se vado in galera poi esco"
Uccise il padre violento per difendere la madre, gli audio delle liti: "Se vado in galera poi esco"
Il fidanzato di Saman: "Il padre diceva che avrebbe ucciso me e i miei parenti in Pakistan"
Il fidanzato di Saman: "Il padre diceva che avrebbe ucciso me e i miei parenti in Pakistan"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni