6 Novembre 2015
11:34

L’Irlanda depenalizza eroina, cocaina e cannabis: “I consumatori non sono criminali”

“Il nostro leitmotiv sarà: ‘la sostanza è illegale, ma tu non sei un criminale se la assumi’” ha spiegato Aodhán Ó Ríordáin, capo della Ireland’s National Drugs Strategy. Ovviamente trarre profitto dalla vendita di sostanze stupefacenti resterà proibito.
A cura di Biagio Chiariello

Depenalizzare sostanze stupefacenti come eroina, cocaina e cannabis, come parte di una “svolta culturale radicale”, così da riabilitare i tossicodipendenti, spesso vittime di uno stigma sociale molto forte. E’ la strada verso la quale si sta muovendo l’Irlanda. Come scrive The Independent, Aodhán Ó Ríordáin, capo della Ireland’s National Drugs Strategy, in un intervento alla London School of Economics ha detto che i consumatori di droghe potranno iniettarsi la loro sostanza in “speciale luoghi ad hoc” a Dublino, fin dal prossimo anno. Si tratterà comunque di "ambienti clinicamente controllati" per evitare che le loro dipendenze rischino di comportare gravi rischi per la salute pubblica, oltre che per sé stessi, secondo The Irish Times.

“Sono fermamente convinto che sia necessaria una svolta culturale sull'abuso delle sostanze, in modo da cambiare l'attuale situazione e prendere seri provvedimenti contro la dipendenza da droghe e da alcool” ha detto il ministro Ó Ríordáin. C’è un “forte consenso sul fatto che le droghe debbano essere depenalizzate”, e il prossimo Governo irlandese ne discuterà. Gli impianti saranno progettati in gran parte per i tossicodipendenti senza fissa dimora ed altre "categorie difficili da raggiungere", che possono mettere in pericolo gli altri con l’uso di droghe. Il ministro spera che dopo il successo dell'impianto di Dublino, già attivo e funzionante, altre cliniche supplementari vengano aperte a Cork, Galway e Limerick. Dunque, per le istituzioni irlandesi resterà sempre illegale trarre guadagni economici dalla vendita e dalla distribuzione di droga illegale, ma i ‘consumatori’ non possono essere più criminalizzati a causa di una dipendenza simile: sarà lo Stato a doversi prendere cura di queste persone.

“Il nostro leitmotiv sarà: ‘la sostanza è illegale, ma tu non sei un criminale se la assumi’”, ha precisato Ó Ríordáin, che sembra aver tratto spunto dal successo del Portogallo, che ha depenalizzato l'eroina circa 15 anni fa. L'introduzione di cliniche ha comportato una riduzione massiccia dell’uso di droghe pesanti a livello nazionale.

Caivano, blitz contro lo spaccio di droga al Parco Verde e al Rione Iacp
Caivano, blitz contro lo spaccio di droga al Parco Verde e al Rione Iacp
I diritti dei consumatori visti da giovani e PMI
I diritti dei consumatori visti da giovani e PMI
Coop richiama crostata di ciliegie a causa di un rischio chimico per i consumatori
Coop richiama crostata di ciliegie a causa di un rischio chimico per i consumatori
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni