Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Dramma a Casalecchio di Reno. Un giovane di trentatré anni è morto, nel tardo pomeriggio di domenica 4 agosto, mentre stava facendo il bagno nel fiume Reno al lido di Casalecchio, nel Bolognese. La tragedia è avvenuta intorno alle 18 davanti agli occhi della compagna e della figlia di lei di dieci anni. A quanto ricostruito, è stata proprio la bambina ad accorgersi che l'uomo non riemergeva dall’acqua e ha iniziato a urlare chiedendo aiuto ai presenti. Sono intervenuti sul posto i carabinieri e i sommozzatori dei vigili del fuoco. Secondo le prime ipotesi dei vigili del fuoco, carabinieri e soccorritori del 118, il trentatreenne sarebbe morto o a causa di un malore o perché annegato nei gorghi dell'acqua. Il recupero del corpo è stato molto difficoltoso per l'acqua torbida e mossa. L'intervento è durato un paio d'ore, finché i vigili del fuoco non sono riusciti a portare a riva l’uomo, purtroppo ormai senza vita.

Il giovane ucciso da un malore o annegato a causa della corrente – A quanto ricostruito la vittima, un trentatreenne di origine romena, era andato al fiume per trascorrere la domenica assieme alla compagna e alla bambina. Le cause della morte possono essere state appunto due: il malore o l’annegamento dovuto alla corrente, che avrebbe reso più difficile alla vittima riemergere dall’acqua. In quel tratto le correnti sottomarine sono imprevedibili.