21 Giugno 2022
20:44

Dalla poltrona Louis Vuitton al tappeto Off White: i 10 arredi più esclusivi a casa di Chiara Ferragni

Ogni cosa che la Chiara Ferragni diventa una tendenza indiscussa. Non solo esperta di moda dunque ma anche di design: scopriamo quali sono gli oggetti più esclusivi nella sua casa.
A cura di Clara Salzano
A casa di Chiara Ferragni e Fedez a Milano
A casa di Chiara Ferragni e Fedez a Milano

Chiara Ferragni è ormai la diva indiscussa del momento in Italia tanto da essere stata scelta come co-conduttrice del Festival di Sanremo 2023 per la prima e ultima serata al Teatro Ariston. Ogni cosa che la nota influencer mostra diventa una tendenza indiscussa e non c'è giornale, tv e radio che non parli di lei. Dopo il successo del suo film documentario Unposted e della serie The Ferragnez, non esiste campo in cui Chiara Ferragni non eccella. La sua linea di abbigliamento e beauty è da record. E nella sua abitazione possiede alcuni degli arredi da collezione. Non solo esperta di moda dunque ma anche di design. Vediamo quali sono gli oggetti più esclusivi a casa di Chiara Ferragni.

La poltrona di Louis Vuitton

Sono sempre tante le immagini condivise da Chiara Ferragni dalla sua casa e spesso si nota una poltrona rosa di design con l'iconico monogram Louis Vuitton. Sarebbe normale pensare, data la passione per la moda dei Ferragnez, che si tratti di un arredo realizzato dalla nota maison del lusso francese. Invece è la Grasshopper chairprodotta dall'azienda Modernica di Los Angeles e personalizzata dall'artista Etai Drori, noto per le sue riedizioni di oggetti con tessuti firmati.

La Grasshopper chair di Modernica personalizzata da Etai Drori
La Grasshopper chair di Modernica personalizzata da Etai Drori

Il tappeto di Virgil Abloh x Off White

Virgil Abloh è stato sicuramente uno dei geni dell'ultimo millennio. La sua prematura morte ha lasciato il vuoto nella moda e nel design internazionale. Il suo tappeto con la scritta Keep Off è un must del design contemporaneo, tanto da trovare tantissime imitazione. A casa di Chiara Ferragni c'è l'originale che il designer e Ceo di Off White aveva prodotto in collaborazione con Ikea per una collezione limited edition.

Il tappeto Keep Off di Virgil Abloh per Ikea
Il tappeto Keep Off di Virgil Abloh per Ikea

La poltrona Medusa di Versace

Sul terrazzo di Chiara Ferragni spiccano due poltrone rosa confetto con il volto di Medusa. Si tratta delle poltrone della collezione Pop Medusa presentata da Versace con l'iconica testa della medusa al Salone del Mobile 2019.

La poltrona outdoor di Versace
La poltrona outdoor di Versace

I cuscini Hermes

Chiara Ferragni ama circondarsi di oggetti di lusso e preziosi. In casa sono tanti gli arredi esclusivi e tra questi si trovano anche in cuscini di Hermèscon la lettera H, emblema della maison francese che vengono prodotti in modo continuativo.

I cuscini Hermés
I cuscini Hermés

La poltrona Serie Up 5 di Gaetano Pesce

Impossibile non notare in una casa la formosa poltrona rossa che ricorda un grembo materno. Si tratta della poltrona Serie Up5_6 disegnata da Geatano Pesce e prodotta da B&B Italia che si vede in molte immagini e video condivisi da Chiara Ferragni e Fedez della propria casa. L’iconica UP5 6 è famosa per le sue forme generose ed è ispirata alle statue votive delle antiche dee della fertilità. La poltrona è abbinata ad un pouf tondo che si rifà invece ad una donna con la palla al piede.

La poltrona Serie Up5_6 disegnata da Geatano Pesce e prodotta da B&B
La poltrona Serie Up5_6 disegnata da Geatano Pesce e prodotta da B&B

Lo svuotatasche Nettuno di Ginori 1735

Le ceramiche Ginori 1735 in una casa sono sempre sinonimo di eleganza e ricercatezza. Non stupisce quindi che in casa di Chiara Ferragni ci sia lo svuotatasche della collezione "Il viaggio di Nettuno" del designer Luke Edward Hall, appassionato dalla mitologia Greco-Romana, che raffigura Nettuno, il dio del mare.

Svuotatasche di Ginori 1735, collezione
Svuotatasche di Ginori 1735, collezione "Il viaggio di Nettuno" del designer Luke Edward Hall

La panchina Amore

Sul terrazzo di Chiara Ferragni il ruolo principale è giocato dalla vista panoramica sui grattacieli di City Life e Milano. Eppure anche gli arredi giocano un aspetto importante per l'estetica dello spazio all'aria aperta come la panchina con la scritta Amore di Giò Colonna Romano che si è ispirato all’arte del lettering.

La panchina Amore di Giò Colonna Romano
La panchina Amore di Giò Colonna Romano

La candela Fornasetti

Tra i vari oggetti esposti in casa di Chiara Ferragni ad un occhio più attento non passeranno inosservate le candele Fornasetti, un vero must del design da collezione.

La candela Fornasetti
La candela Fornasetti

Il seggiolone Stokke

Il massimo del design e comfort per un bambino è il seggiolone della Stokke progettato dal designer Peter Opsvik. Si chiama Tripp Trappe permette al bambino di stare al tavolo con tutta la famiglia grazie alla seduta e al poggiopiedi regolabile sia in altezza che in profondità. Icona del design scandinavo, questo arredo è geniale perché si adatta alla crescita del bambino.

Il piatto Fornasetti

I prodotti Fornasetti sono una vera e propria icona del design di lusso. In casa di Chiara Ferragni l'azienda è presente nella carta da parati, con le candele e anche con il piatto che raffigura il volto della cantante lirica Lina Cavalieri reinterpretato su porcellana e decorato a mano con inserti in oro.

Piatto Tema e Variazioni n.41 di Fornasetti
Piatto Tema e Variazioni n.41 di Fornasetti
Quanto costa la poltrona di Louis Vuitton nella casa di Chiara Ferragni e Fedez
Quanto costa la poltrona di Louis Vuitton nella casa di Chiara Ferragni e Fedez
The Ferragnez: nella casa di Chiara Ferragni e Fedez rari bauli di Louis Vuitton da quasi 40.000 euro
The Ferragnez: nella casa di Chiara Ferragni e Fedez rari bauli di Louis Vuitton da quasi 40.000 euro
Chiara Ferragni e Fedez: in casa tappeti di Virgil Abloh e carta da parati di design
Chiara Ferragni e Fedez: in casa tappeti di Virgil Abloh e carta da parati di design
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni