Questa è una settimana già meravigliosa per il nuoto azzurro, perché gli Europei nel 2022 si terranno a Roma. Da oggi si disputano gli Europei di vasca corta a Glasgow e l'Italia ha conquistato subito delle medaglie: una con Ilaria Cusinato, bronzo nei 400 misti (già argento nella vasca canonica da 50 metri), e l'altra con Gabriele Detti, anche lui di bronzo, ma nei 400 stile libero.

Doppio bronzo per l'Italia a Glasgow

Ilaria Cusinato, nuotatrice padovana, è una specialista dei 400 misti, agli Europei aveva conquistato l'argento, stavolta si è dovuta accontentare del bronzo. Nuotare in vasca corta è molto diverso e quindi questo risultato non deve sorprendere. L'oro è andato alla fortissima Katinka Hosszu che ha preceduto di oltre tre secondi e mezzo la Jakabos e di quattro l'azzurra.

Bronzo per Gabriele Detti, collezionista di medaglie

Il livornese è uno dei nuotatori italiani più forti in assoluto, non c'è grande manifestazione in cui Detti non porta a casa una medaglia. Questa volta ha ottenuto il bronzo nei 400 stile vinti dal lituano Danas Rapsys che ha dominato e chiuso con un fenomenale 3'33'20 (terzo miglior tempo di sempre), d'argento il britannico Thomas Dean, che per otto centesimi ha preceduto Detti.

Bronzo, ex aequo, per Scozzoli e la staffetta 4×50

Nei 50 rana maschile chiude al terzo posto Fabio Scozzoli. Il russo Morozov domina e vince con un fantastico 25"51, nella manciata di due centesimi chiudono il turco Sakci, argento, con 25"82, l'olandese Kamming e Scozzoli che hanno nuotato in 25"84. Nella staffetta 4×50 stile libero l'Italia di Bocchia, Orsi, Izzo e Miressi è salita sul podio, un altro bronzo per gli azzurri. Ha vinto la Russia, argento invece per la Polonia.

Oro per Benedetta Pilato, nei 50 rana

Doppietta azzurra nei 50 rana. Benedetta Pilato, giovanissima nuotatrice azzurra, nata nel gennaio del 2005 e d'argento nei Mondiale di Corea dello scorso luglio, ha ottenuto la medaglia d'oro, anche il record mondiale juniores, e ha preceduto Martina Carraro, che ha vinto così la medaglia d'argento.