Vedi Napoli e poi… firma. Non è ancora arrivato il momento di mettere nero su bianco ma Victor Osimhen, 21 anni, attaccante nigeriano del Lille, è il calciatore che il club azzurro ha scelto per rigenerare il reparto offensivo e sostituire Arek Milik, destinato alla cessione. Che sia in Italia oppure all'estero, è quasi certo che la punta polacca lascerà la squadra. Al suo posto dovrebbe arrivare il giovane talento africano che s'è messo in luce nella Ligue 1 francese: le ultime notizie sulla trattativa di calciomercato rilanciate da Sky raccontano dell'arrivo in città del giocatore e del suo entourage (assieme a lui c'è l'agente, Jean-Gérard Czajka) per prendere "confidenza" con la nuova realtà (visionerà anche degli appartamenti per il soggiorno), toccare con mano cosa lo aspetterà a partire dalla prossima stagione.

Un incontro fondamentale per bloccare l'attaccante adesso e affondare il colpo in un secondo momento, quando sarà definita anche la posizione di Milik. L'operazione è in fase avanzata, non è un mistero che il Napoli sia sulle tracce di Osimhen da tempo. Lo segue, ne apprezza le qualità tecniche e per lui è pronto un contratto di cinque anni. Incassata la disponibilità del "ragazzo", adesso il Napoli deve raggiungere un'intesa anche con la società transalpina detentrice del cartellino. Il valore di mercato attuale è di 27 milioni di euro (come indicato da Transfermarkt) ma difficilmente il Lille si accontenterà di una cifra così bassa.

Osimhen ha una storia particolare alle spalle. Da ragazzino vendeva bottigliette d'acqua ai semafori per sbarcare il lunario e aiutare la famiglia. Sua madre è morta molti anni fa, suo padre è deceduto di recente. Il calcio e il talento sono stati il "gancio in mezzo al cielo" al quale aggrapparsi per intraprendere la carriera di calciatore. Charleroi, Wolfsburg, Lille le magli indossate finora. La prossima potrebbe essere quella azzurra.

Nell'ultima stagione Osimhen ha giocato nel complesso 38 partite e segnato 18 gol (13 in campionato). Uno score rimasto incompleto anche a causa della decisione di chiudere in anticipo la Ligue 1 in seguito alla pandemia da Covid-19. "L'aquila di Lagos" è alta 181 cm, calcia di destro e di ruolo è una punta centrale ma nel tridente può agire anche da esterno