15 Aprile 2022
18:28

Tifosi del Manchester United furiosi, invocano Hannibal: “Rangnick, fai giocare lui!”

I tifosi del Manchester United hanno perso la pazienza: oggi è andata in scena la protesta all’esterno del centro d’allenamento di Carrington, nel mirino la proprietà americana e i giocatori. In molti chiedono a Ralf Rangnick di adottare scelte drastiche da adesso in poi.
A cura di Paolo Fiorenza

Tira una brutta aria al Manchester United dopo l'ultima sconfitta in casa dell'Everton che ha allontanato i Red Devils dalla zona Champions, facendo seguito alla delusione dell'eliminazione in campo europeo per mano dell'Atletico Madrid. Ormai sembra chiaro che la ‘cura' Rangnick non ha sortito gli effetti sperati quando il tecnico tedesco ha rimpiazzato Solskjaer nello scorso autunno: troppo priva di anima questa squadra, a cominciare dal contestatissimo capitano Maguire, passando per lo strapagato ed evanescente Pogba, fino ad arrivare all'egocentrico Cristiano Ronaldo, il cui ritorno a Old Trafford si è rivelato un flop, facendo notizia più per le sue reazioni isteriche – vedi il telefonino distrutto ad un tifoso sabato scorso – che per le prestazioni, fatti salvi exploit isolati come la tripletta al Tottenham.

Stagione da dimenticare per il Manchester United
Stagione da dimenticare per il Manchester United

La pazienza dei tifosi è ai minimi termini, come dimostra la protesta andata in scena oggi all'esterno del centro sportivo di Carrington: la rumorosa presenza di un paio di dozzine di sostenitori ha richiesto l'intervento della polizia per tenere d'occhio la situazione. "Glazers out", c'era scritto su uno striscione indirizzato alla proprietà americana, ma ovviamente nel mirino c'erano anche i giocatori. "Sappiamo tutti che il calcio è un gioco di passione ed emozioni – ha detto Ralf Rangnick poco dopo in conferenza – Penso che tutti possiamo capire, io posso capire, che i nostri tifosi siano rimasti delusi sia dalla nostra posizione in classifica che dalla prestazione che abbiamo messo in campo contro l'Everton. Ma credo ancora che i nostri tifosi siano i migliori in Inghilterra e finché protestano in modo pacifico e continuano a sostenere la squadra allo stadio, penso che abbiano diritto di esprimere la propria opinione. Emotivamente posso capire che siano delusi".

Anche il club ha preso posizione su quanto accaduto ed un portavoce dello United ha dichiarato: "C'è stata una piccola e pacifica protesta oggi fuori dal campo di allenamento di Carrington. Rispettiamo le opinioni dei tifosi e restiamo impegnati a rafforzare il nostro impegno con loro". Intanto domani Ronaldo e compagni scenderanno in campo a Old Trafford contro il disastrato Norwich ultimo in classifica e i tifosi a questo punto – vista la piega presa dalla stagione e le cocenti delusioni in serie – vorrebbero che Rangnick schierasse nell'undici titolare i giocatori dell'Academy piuttosto che gli ectoplasmi ammirati a Goodison Park.

Del resto nella squadra Under23 del Manchester United ci sono tanti prospetti su cui si appunta più di una speranza per il futuro del club, dal 17enne attaccante spagnolo Alejandro Garnacho al 19enne centrocampista tunisino Hannibal Mejbri. In particolare quest'ultimo è già nazionale del suo Paese e Rangnick lo ha aggregato alla prima squadra a inizio febbraio fino al termine della stagione, dopo che il ragazzo aveva debuttato in Premier League nell'ultima partita dello scorso anno. Hannibal è un giocatore creativo, esattamente quello di cui c'è bisogno in una squadra acefala come l'attuale United. E chissà che il giovane centrocampista non riesca ad approfittare del disastro tecnico dei suoi più blasonati colleghi.

Ralf Rangnick è il nuovo ct dell'Austria: ma avrà ancora un ruolo chiave nel Manchester United
Ralf Rangnick è il nuovo ct dell'Austria: ma avrà ancora un ruolo chiave nel Manchester United
Doppio incarico per Rangnick: sarà ct dell'Austria e consulente di ten Hag al Manchester United
Doppio incarico per Rangnick: sarà ct dell'Austria e consulente di ten Hag al Manchester United
Il Manchester United costretto a cancellare un tweet su ten Hag: tifosi inferociti
Il Manchester United costretto a cancellare un tweet su ten Hag: tifosi inferociti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni