Sono ore di attesa e di passione quelle che stanno vivendo i tifosi della Juventus. Sono infatti in molti ad aspettare con ansia la fumata bianca per lo sbarco alla Continassa di Luis Suarez: attaccante per il quale il club campione d'Italia si sarebbe già esposto presentando un presunto biennale con opzione per il terzo anno a 6,5 milioni di euro più bonus. Nonostante l'ottimismo delle scorse ore anche per l'imminente accordo con il Barcellona, la trattativa risulta però bloccata poiché Suarez non sembrerebbe molto convinto della possibilità di sbarcare in Italia.

Come rilanciato dal portale spagnolo ‘Sport', storicamente molto vicino alle vicende di casa blaugrana, l'uruguaiano avrebbe infatti congelato l'opzione bianconera per riflettere su quello che sarà il suo ultimo grande trasferimento della carriera. Secondo i colleghi catalani, Suarez vorrebbe dunque valutare tutti i possibili scenari prima di prendere una decisione definitiva, e accettare la proposta bianconera solo quando sarà pienamente convinto. A rendere ancor più problematico il trasferimento del ‘Pistolero' alla Juventus, c'è inoltre la faccenda legata al passaporto italiano: documento fondamentale, poiché gli slot disponibili per gli extracomunitari sono già stati assegnati ad Arthur e McKennie.

Il sorriso e la fake news

Se i tempi dovessero risultare troppo lunghi per permettere all'uruguaiano di entrare in Italia con il nostro passaporto, la Juventus potrebbe inoltre fare un passo indietro e decidere di veicolare tutte le sue energie su Edin Dzeko. Nel frattempo Suarez continua ad allenarsi senza affrettare i tempi di un suo addio. Come ha confermato lo stesso attaccante, attraverso una fotografia postata su Instagram, l'umore e la condizione fisica sono al massimo e non corrisponde al vero la notizia del suo scarso stato di forma fatta circolare in Spagna. La storia postata sul suo profilo, corredata da una frase inequivocabile ("Quando escono fuori fake news") e da una sua immagine sorridente, è infatti servita per chiudere la bocca a chi continua a parlar male di lui e probabilmente anche a chi pensa che quella bianconera sarà certamente la sua prossima maglia.