La moviola di Juventus-Napoli ha visto subito un episodio controverso a pochi minuti dalla fine della prima frazione. Chiesa è stato messo giù da Lozano in area di rigore. Il messicano ha falciato l'esterno bianconero che si era portato in area di rigore per mettere in mezzo una palla pericolosa. L'arbitro Mariani non è andato al Var ma nel corso del silent check non ha ritenuto che quello fosse un intervento da rigore.

Tantissime le proteste da parte della panchina bianconera e dello stesso Chiesa che è rimasto a terra per diverso tempo. Emblematica anche la protesta di Pavel Nedved letteralmente infuriato in tribuna. La sensazione è che Lozano fosse completamente in ritardo sul pallone e che ormai non potesse più evitare il contatto con l'ex Fiorentina per via della velocità dell'azione. Ma a pochi minuti dal termine della prima frazione, anche il Napoli protesta per un rigore netto in favore della squadra di Gattuso.

Lozano fa nettamente fallo su Chiesa in area di rigore

L'intervento di Lozano su Chiesa sembra essere davvero falloso. L'esterno offensivo messicano era nettamente in ritardo sul giocatore della Juventus che aveva già calciato il pallone. Lozano, in procinto di contrastare Chiesa, si è invece ritrovato a colpire nettamente la gamba dell'ex Fiorentina rimasto a terra in area di rigore. Sembravano davvero esserci gli estremi per un calcio di rigore ma Mariani ha deciso che si dovesse continuare a giocare tra le proteste generali della Juventus.

Fallo in area di Alex Sandro su Zielinski: era rigore

Poco prima del fischio finale dei primi 45′, Zielinski è stato messo giù in area di rigore da Alex Sandro con uno sgambetto. L'arbitro Mariani, anche in questo caso, non è andato a rivedere l'intervento al Var ma si è solo consultato con la cabina di regia attraverso il silent check. La sensazione è che fosse calcio di rigore netto. Una decisione discutibile dato che Mariani sembrava anche ben appostato nei pressi dell'intervento scomposto del brasiliano sul polacco.

(in aggiornamento)