28 Maggio 2020
22:24

Milan, Scaroni polemico: “Coppa Italia in tre giorni subito dopo lo stop? Scelta discutibile”

Dopo l’ufficializzazione del ritorno in campo, l’Assemblea di Lega definirà il calendario della ripresa del calcio. L’unica certezza al momento è che a riaprire i battenti sarà la Coppa Italia, con le semifinali in programma il 13-14 giugno e la finale il 17 giugno. Una decisione non gradita dal presidente del Milan Paolo Scaroni che ha esternato le sue perplessità sulle partite ravvicinate subito dopo la lunga pausa.
A cura di Marco Beltrami

Dopo l'ufficializzazione del ritorno in campo, l'Assemblea di Lega definirà il calendario della ripresa del calcio. L'unica certezza al momento è che a riaprire i battenti sarà la Coppa Italia, con le semifinali in programma il 13-14 giugno e la finale il 17 giugno. Una decisione non gradita dal presidente del Milan, atteso dalla sfida di ritorno in casa della Juventus, Paolo Scaroni. Quest'ultimo ai microfoni dell'Ansa ha esternato le sue perplessità sui possibili impegni troppo ravvicinati dopo il lungo stop.

Coppa Italia in tre giorni subito dopo lo stop, la perplessità del presidente del Milan Paolo Scaroni

Il Milan dovrebbe giocare la semifinale di ritorno di Coppa Italia, il 13 o il 14 giugno. Appuntamento a Torino dopo l'1-1 del match d'andata a San Siro, e in caso di superamento del turno ritorno in campo già il 17 per l'eventuale finale. Una situazione che ha sollevato le perplessità del presidente rossonero Paolo Scaroni che ha dichiarato senza troppi giri di parole: "Comprendiamo il valore di poter offrire a tutti gli appassionati partite di qualità dopo mesi di lockdown, ma, sotto il profilo sportivo, troviamo discutibile assegnare un trofeo importante come la Coppa Italia con due partite in tre giorni e con le squadre in campo dopo oltre tre mesi di fermo".

Il tour de force in vista della ripresa del calcio

Il Milan (che tra l'altro quasi certamente non potrà fare affidamento sull'infortunato Zlatan Ibrahimovic), così come le altre semifinaliste, ovvero Napoli, Juventus e Inter potrebbero ritrovarsi ad affrontare un vero e proprio tour de force sin da subito. Situazione che potrebbe essere ulteriormente "complicata" in vista del ritorno della Serie A il 20 giugno. Se in questa data si ripartisse con i recuperi della 25a giornata, e l'Inter dovesse qualificarsi per la finale di Coppa Italia, allora per la squadra di Conte le partite potrebbero diventare quattro, visto che il 20 i nerazzurri sarebbero impegnati contro la Samp. Un inizio subito in "salita"

Coppa Italia in TV su Mediaset per i prossimi tre anni: la RAI perde i diritti
Coppa Italia in TV su Mediaset per i prossimi tre anni: la RAI perde i diritti
Donnarumma ai rigori non perde mai: la statistica è impressionante
Donnarumma ai rigori non perde mai: la statistica è impressionante
Pioli saluta Donnarumma e Calhanoglu: "Hanno fatto le loro scelte, il Milan va per la sua strada"
Pioli saluta Donnarumma e Calhanoglu: "Hanno fatto le loro scelte, il Milan va per la sua strada"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni