1.716 CONDIVISIONI

Lapo Elkann spara a zero contro la Juve di Andrea Agnelli: bordate su Marotta e Allegri

Il fratello del patron della Juventus Lapo Elkann spara a zero contro la gestione del club da parte del cugino Andrea Agnelli: pesanti critiche sulla separazione con Marotta, sui dirigenti scelti, su Allegri e sulla Superlega.
A cura di Michele Mazzeo
1.716 CONDIVISIONI

Dopo il ritorno alla vittoria della Juventus nel match casalingo contro il Lecce, Lapo Elkann si è scatenato sui social network mandando una serie di frecciate al cugino, ex presidente del club bianconero, Andrea Agnelli. Il fratello del numero uno di Exor proprietaria della società piemontese ha difatti sparato a zero contro le scelte fatte dal cugino durante sua gestione conclusasi con le dimissioni (sue e dell'intero CdA) alla vigilia del terremoto scatenato dall'inchiesta Prisma sulle plusvalenze fittizie con pesanti risvolti anche sul piano sportivo (con la penalizzazione di 15 punti in classifica momentaneamente sospesa in attesa della nuova sentenza della Corte d'Appello della FIGC e con altri procedimenti che potrebbero complicare ulteriormente la situazione).

"La Juventus dopo l’uscita di Marotta ha perso tanto. A mio parere ci vogliono, oltre chi c’è oggi, figure forti e capaci del mondo del calcio, che è un mondo tutto suo. Se no è impensabile riportare la Juventus ai più alti livelli. Questo per me è un dato di fatto" è stato infatti il tweet arrivato al termine di Juve-Lecce che ha dato il via allo sfogo di Lapo Elkann contro le decisioni prese dal cugino Andrea Agnelli negli ultimi anni della sua presidenza. Evidente infatti la critica alla decisione di mandare via Beppe Marotta passato all'Inter, così come quella sui dirigenti a cui è stata poi affidata la gestione sportiva del club (Fabio Paratici prima e Federico Cherubini poi).

Il tweet ha inevitabilmente scatenato i follower che hanno subissato di commenti il profilo del rampollo di casa Agnelli che, rispondendo ad alcuni di essi, ha aumentato il carico delle critiche rivolte al cugino (che si è appena sposato in gran segreto in Umbria con la compagna Deniz Akalin). Prima, rispondendo ad un commento di un tifoso juventino su Allegri, ha difatti bocciato il tecnico voluto fortemente proprio dall'ex presidente: "Anche in panchina serve un allenatore che sa di calcio, figure forti che conoscano cosa deve fare un allenatore di calcio, perché riportare la Juve in alto con un somaro che fa solo cabaret in conferenza è davvero impensabile" è difatti il commento contro Allegri al quale Lapo Elkann ha risposto con un inequivocabile "Giusto!".

Poi ha smontato anche l'altro grande punto per il quale Andrea Agnelli da presidente della Juventus si è battuto in prima persona, vale a dire quel progetto Superlega che ha visto un cruento scontro tra il blocco formato dal club bianconero, dal Real Madrid e dal Barcellona, e il resto del mondo del calcio capeggiato da FIFA e, soprattutto, Uefa. "Basta polemiche! Io sto semplicemente dicendo che abbiamo sbagliato a mandarlo via (Marotta, ndr) a mio parere e che, se si voleva fare la Superlega, in primis ci volevano molte più squadre dentro e tutto doveva essere fatto apertamente con discussioni costruttive senza andare in guerra con il sistema" ha difatti aggiunto Lapo Elkann criticando di fatto l'operato del cugino Andrea Agnelli che è stato uno dei promotori del tentativo di "colpo di stato" nel calcio europeo.

A chi ha fatto notare che tutte queste esternazioni fossero delle "pugnalate" rivolte ad Andrea Agnelli, Lapo Elkann ha risposto: "Mai pugnalerei nessuno, è una mia opinione. Io voglio un mondo di bene a mio cugino, ma queste sono le mie opinioni". Nessun dissidio sul piano personale dunque, ma di certo il fratello del patron della Juventus non sembra aver accettato di buon grado le scelte fatte dal cugino durante la sua presidenza del club bianconero. E non ha nessuna intenzione di nasconderlo.

1.716 CONDIVISIONI
Allegri tira fuori la Juve dalla corsa per lo Scudetto:
Allegri tira fuori la Juve dalla corsa per lo Scudetto: "Inter, Milan e Napoli più attrezzate"
Adani torna alla carica contro Allegri dopo Atalanta-Juve: ha un messaggio per i tifosi bianconeri
Adani torna alla carica contro Allegri dopo Atalanta-Juve: ha un messaggio per i tifosi bianconeri
Adani legge un elenco, sono i calciatori bruciati da Allegri alla Juve:
Adani legge un elenco, sono i calciatori bruciati da Allegri alla Juve: "Ora ditemi chi ha ragione"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni