L'avvicinamento alla partita decisiva contro il Borussia Mönchengladbach, non è cominciato nel migliore dei modi per l'Inter di Antonio Conte. La scorsa notte, intorno alle quattro del mattino, Handanovic e compagni sono stati infatti svegliati dal rumore assordante di alcuni petardi fatti scoppiare da un gruppo di tifosi tedeschi sotto il ‘Dorint Hotel': la struttura scelta dal club nerazzurro, per passare le ore che precedono il match di Champions League: in programma questa sera alle ore 21.00.

Raccontato da testimoni che avrebbero visto alcune persone vestite di scuro fuggire subito dopo, l'episodio ha ovviamente infastidito la truppa interista e messo subito in moto le forze dell'ordine: ancora al lavoro per individuare i responsabili. Non ci sarebbero dubbi, però, sulla responsabilità di un gruppo legato agli ultrà del Gladbach, poiché di fronte all'hotel è stato anche appeso uno striscione eloquente: "Ricordati Inter, va meglio con la Coca Cola".

Il movente dei tifosi del Gladbach

La scritta lasciata con lo spray nero sul lenzuolo bianco, fa infatti riferimento al famoso episodio che vide protagonista Roberto Boninsegna nel lontano 1971. L'allora attaccante dell'Inter, durante il match dell'andata degli ottavi di finale della Coppa dei Campioni, venne infatti colpito da una lattina lanciata dagli spalti e fu costretto a lasciare il campo. Quella partita, vinta dai tedeschi 7-1 e che venne fatta rigiocare il primo dicembre di quell'anno (dopo l'intervento del tribunale sportivo di Ginevra), fu così al centro delle polemiche per molti giorni e scatenò una sorta di guerra diplomatica tra i due paesi.

Accusata dalla stampa tedesca e dagli stessi tifosi del Gladbach di aver organizzato una grande messa in scena, l'Inter riuscì a passare il turno grazie alla vittoria di San Siro e alla ripetizione della gara ‘incriminata', che venne giocata in campo neutro a Berna e che finì 0-0. A distanza di 49 anni, dunque, la famosa ‘partita della lattina' è così tornata ad accendere la vigilia dell'imminente sfida di Champions League. Un brutto episodio che ha costretto la dirigenza del Borussia a porgere le scuse ufficiali all'Inter.