23 Dicembre 2020
15:00

Il Nantes chiama Domenech: l’ex ct pronto a tornare in panchina dopo 10 anni

Dopo aver salutato nel 2010 la nazionale francese, Raymond Domenech sarebbe ad un passo dall’accettare la proposta del Nantes del vulcanico presidente Waldemar Kita. Per l’ex ct si tratterebbe di guidare una squadra di club a 27 anni dalla sua ultima esperienza sulla panchina dell’Olympique Lione.
A cura di Alberto Pucci

A distanza da dieci anni dalla sua ultima panchina con i ‘Bleus', Raymond Domenech è pronto a tornare in campo per guidare una nuova squadra. In questo caso non sarà però una nazionale, ma bensì un club della Ligue 1. Secondo le indiscrezioni raccolte in Francia, il 68enne ex commissario tecnico francese sarebbe infatti ad un passo dal Nantes: società che prima dell'inizio della stagione 2017/2018 aveva ingaggiato Claudio Ranieri.

Per Domenech si profila dunque un clamoroso rientro a 27 anni dalla sua ultima esperienza con un club. Nel 1989 il tecnico portò infatti alla promozione nella prima serie l'Olympique Lione di Bruno Genesiò: ex allenatore dell'OL e a quel tempo esperto centrocampista di quella formazione. Come riportato dai media d'Oltralpe, la società del vulcanico presidente Waldemar Kita avrebbe dunque pensato a Domenech per cercare di invertire il trend negativo della squadra.

La crisi del Nantes

Dopo la recente separazione da Christian Gourcuff e attualmente è guidato da Patrick Collot, il Nantes naviga infatti nelle zone basse della Ligue 1 (e a soli 4 punti dalla zona retrocessione), non vince da inizio novembre ed è reduce da tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque partite: un ruolino di marcia che avrebbe consigliato alla dirigenza di dare una scossa alla squadra con l'ennesimo cambio di allenatore.

Solo pochi giorni fa l'ex commissario tecnico della Francia aveva ammesso un timido approccio con la federazione serba: "Mi hanno contattato e mi hanno chiesto se fossi interessato all’incarico. Ho risposto di sì – ha spiegato Domenech – Il livello della Nazionale è alto, ha grandi giocatori in tutta Europa. C’è molto potenziale per fare qualcosa di interessante. Non dipende da me adesso. Ho detto la mia e che mi piacerebbe fare questa esperienza".

Il guardalinee che sbagliò a favore della Juve entra in società:
Il guardalinee che sbagliò a favore della Juve entra in società: "Dopo 10 anni è tutto compiuto"
José Mauri disoccupato a 26 anni:
José Mauri disoccupato a 26 anni: "Voglio tornare ad essere un calciatore, anche in Serie B"
La nuova sfida di Fabregas al Como è per Buffon:
La nuova sfida di Fabregas al Como è per Buffon: "Bello ritrovarlo in campo, gli segnerò ancora"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni