Raymond Domenech non è uno di quei personaggi che non riesce spesso ad attrarre su di sé la simpatia dei tifosi e degli osservatori per i suoi giudizi calcistici. L'ex commissario tecnico della nazionale francese usa spesso il suo profilo Twitter per esprimere le sue opinioni e lo ha fatto anche ieri sera dopo la gara tra Atalanta e Paris Saint-Germain, valida per i quarti di finale di Champions League 2019/2020. I francesi hanno battuto i bergamaschi di Gian Piero Gasperini con una rimonta nei minuti finali dopo essere stati in svantaggio per quasi la totalità del match e Domenech ha tenuto ha sottolineare come il tecnico di Grugliasco abbia fatto delle sostituzioni sbagliate nel finale di gara, aiutando la squadra di Thomas Tuchel a rimontare, e di come la bravura degli allenatori italiani in questo tipo di partite sia una leggenda, o comunque soppravalutata: "Bravo al PSG per questa grande emozione e grazie a Gasperini per i suoi cambi a fine partita. Questo va solo a dimostrare che la leggenda degli allenatori italiani che siano grandi tattici in queste partite rimane una leggenda. Tuchel ha fatto molto meglio". 

L'ex commissario tecnico della Francia si era già espresso in merito all’Atalanta qualche settimana fa, dopo il pareggio in campionato in casa del Verona, e aveva affermato che la Dea non avrebbe mess in difficoltà il  Paris Saint-Germain in Champions League: “Non vedo come questa squadra dell’Atalanta possa preoccupare il PSG. È troppo debole in fase difensiva”.

Il risultato gli dà ragione ma, probabilmente fino a tre minuti dal termine della gara Domenech non si sarebbe espresso in questi termini: il calcio è uno sport bellissimo e allo stesso tempo crudele per i modi in cui ti mette davanti alle cose compiute. La gara non andrà a inficiare il giudizio positivo sulla stagione europea dell'Atalanta e l'anno prossimo gli orobici proveranno di nuovo a stupire le big del Vecchio Continente.