"Grazie di tutto ragazzi, non abbiamo mollato fino all'ultimo". Sono queste le parole che ai microfoni di Fanpage.it alcuni tifosi dell'Atalanta hanno pronunciato al termine della sfida di Champions League contro il Paris Saint-Germain, valida per i quarti di finale della competizione europea più importante e che ha visto la Dea venire sconfitta in rimonta nei minuti finali dopo aver sognato la qualificazione alle semifinali fino al 90′. All'Edonè di Bergamo centinaia di supporter orobici hanno assistito alla partita e hanno supportato i loro beniamini fino all'ultimo secondo, ma non è bastato. C'è rammarico ma c'è gratitudine verso una squadra che è parsa l'unica distrazione per una terra che ha vissuto un periodo terribile a causa della pandemia Covid-19.

"Qualcuno purtroppo ci mancherà per sempre e siamo qui a sperare anche per queste persone": sono queste le parole di un fan della Dea prima del match. Per Bergamo il 2020 è stato l'annus horribilis del Coronavirus, con la provincia lombarda che è diventata l'epicentro in Italia e in Europa della pandemia.

La delusione per i due gol subiti nel finale è tanta e, giustamente, non è facile digerire un risultato per solo pochi secondi prima era completamente diverso ma i tifosi della Dea hanno solo parole d'elogio per la squadra di Gian Piero Gasperini: "Portarla avanti fino a questo punto era impensabile, è un sogno. Purtroppo è finita male però sono contento comunque perché è una grande squadra e sono orgoglioso di tifarla sempre".

Nonostante venga tutto bollato come retorico forse l'Atalanta, capace di chiudere il campionato di Serie A al terzo posto e di arrivare in Europa tra le prime otto, è stata capace, anche solo per i 90′ che scendeva in campo, di far distrarre molte persone da pensieri che ormai da diversi mesi sono diventati quotidiani.